Marrone di Castel del Rio

La diffusione della castagna nella zona di Castel del Rio risale all'Alto Medioevo, quando acquisì notevole importanza per l'economia locale.
La fondamentale importanza della coltura del marrone viene richiamata da diversi cenni storici fra i quali spicca "L'Editto sopra l'incisione dei castagni", che si trova negli archivi comunali di Castel del Rio.
Il marrone di Castel del Rio presenta una pezzatura medio-grossa e una forma prevalentemente ellissoidale con apice poco pronunciato.
Il seme si presenta di polpa bianca, croccante e di gradevole sapore dolce.
L'importanza di questa produzione è testimoniata dal fatto che il 70% degli operatori economici trova il loro reddito nella filiera del marrone.
La zona di produzione si estende ad alcuni comuni della Provincia di Bologna.
Marrone di Castel del Rio