Termite di Bitetto

La varieta' di olive da tavola 'Termite di Bitetto' si coltiva prevalentemente nei Comuni limitrofi di Bitetto, Bitonto, Bitritto, Grumo Appula, Modugno, Palo del Colle, Sannicandro di Bari e Toritto in Puglia
Oltre 56 mila ettari coltivati, per una superficie complessiva che supera i 563 chilometri quadrati.
Il disciplinare di produzione prevede che il sistema di coltivazione ed il sesto d'impianto siano di tipo tradizionale, con non piu' di 400 piante ad ettaro.
La potatura deve essere annuale e la forma di allevamento preferibilmente 'a vaso'.
Sono ammessi sistemi di coltivazione di tipo 'integrato' e 'biologico'. Sono possibili anche consociazioni con olivi di diversa cultivar e altre piante arboree.
La raccolta deve avvenire direttamente dalla pianta e deve essere compiuta a mano.
Il periodo di raccolta deve essere compreso tra il 20 di agosto e il 30 di dicembre.
Divieto assoluto di prodotti cascolanti in fase di raccolta. Trasporto e conservazione devono essere fatti in cassette di plastica a rete o a graticci per evitare danni al frutto.
La produzione massima consentita e ammessa a tutela non deve superare gli 80 quintali ad ettaro in coltura specializzata, mentre per gli oliveti in coltura promiscua la produzione deve essere rapportata alla superficie effettivamente impegnata dalla cultivar.
L'oliva dolce 'Termite di Bitetto' e' un prodotto tipico della olivicoltura per frutti da mensa, da tempo riconosciuta per le sue particolari caratteristiche organolettiche quali il sapore, la fragranza, la sua polpa consistente, la forma tondeggiante, il colore preminentemente verde.
Termite di Bitetto