Marrone del Mugello

Il marrone è una varietà di castagna dalle dimensioni più grandi e dalla qualità più pregiata.
Il marrone del Mugello fresco in guscio è caratterizzato da una pezzatura medio-grossa, una forma prevalentemente ellissoidale e un apice poco pronunciato.
Il seme, di norma uno per frutto, si presenta di polpa bianca e di gradevole sapore dolce con superficie quasi priva di solcature.
La coltivazione dei castagneti da frutto nella zona del Mugello, in provincia di Firenze, può farsi risalire ad epoca romana, ma è dal Medioevo in poi che si hanno documenti e notizie certe sulla diffusione ed importanza della coltura ed in particolare, dei marroni.
I secolari castagneti da frutto della zona hanno continuato, fino alla fine degli anni '50, a costituire un'importante ed insostituibile fonte alimentare e direddito per le popolazioni locali, tanto da far meritare al castagno l'appellativo di "albero del pane".
I castagneti da frutto, destinati alla produzione del Marrone del Mugello devono trovarsi in condizioni ambientali e devono essere condotti con tecniche colturali tali da conferire al prodotto le specifiche caratteristiche di qualità.
Negli impianti in produzione è inoltre vietata ogni somministrazione di fertilizzanti e fitofarmaci di sintesi.
Marrone del Mugello