Successo di ''Identità London''

A sorpresa, Alain Ducasse partecipa al Congresso di Londra

Nella giornata conclusiva della prima edizione di Identità London (declinazione britannica di Identità Golose – Congresso Italiano di Cucina d'Autore), la sorpresa si chiama Alain Ducasse.
Durante il seminario di Massimo Bottura (bistellato chef dell'Osteria La Francescana di Modena) il grande ristoratore francese si è presentato fra il pubblico di giornalisti della stampa internazionale e opinion leader del mondo gastronomico. Qualche ora prima aveva preso un aereo da Montecarlo per arrivare a Londra e dare un’occhiata alle ultime novità che la cucina italiana del presente (e del futuro) sta offrendo. Oltre che per salutare il suo ex allievo.
Bottura, visibilmente emozionato, ha fatto assaggiare il piatto in preparazione al maestro, che ha gradito. Ed è finito tutto ad abbracci.
Il palco di Identità London (il primo congresso di cucina d'autore mai organizzato nella capitale britannica) per due giorni ha ospitato il meglio della nuova cucina tricolore interpretata dai più acclamati chef italiani : oltre a Bottura, Massimiliano Alajmo, Moreno Cedroni, Enrico Crippa, Anthony Genovese, Carlo Cracco, Ciccio Sultano, Emanuele Scarello, Ernesto Iaccarino, Giovanni Santini, Norbert Niederkofler, Corrado Assenza e due – Angela Hartnett (una nonna italiana) e Giorgio Locatelli (italianissimo, lombardo) – che vivono e strappano applausi a Londra. Il confronto con la cucina dei colleghi stranieri è stato assicurato dalla partecipazione di fuoriclasse come il brasiliano Alex Atala e il danese René Redzepi.

Elisa Zanotti – IDENTITA' LONDON – Ufficio stampa