Proprietà benefiche dell'olio d'oliva riconosciute negli U.S.A.

Il Ministro delle Politiche Agricole e Forestali, Gianni Alemanno, esprime compiacimento per il riconoscimento da parte della FDA (Food and Drug Administration), l’ente federale statunitense preposto al controllo degli alimenti e dei farmaci, delle proprietà benefiche dell’olio di oliva per contrastare il rischio di malattie coronariche.
Un consumo giornaliero di olio di oliva, pari a due cucchiai da tavola, favorisce la riduzione del rischio di malattie cardiovascolari se effettuato in sostituzione di grassi saturi e mantenendo inalterato l’apporto calorico quotidiano: sono questi i risultati delle analisi condotte dalla FDA, alla quale la “North American Olive Oil Association” si era rivolta per integrare le etichette delle confezioni di olio di oliva con informazioni sulle le proprietà dei grassi non saturi.
Il pronunciamento della FDA è di indubbio rilievo, soprattutto se si considera che negli USA le malattie cardiovascolari risultano essere la prima causa di morte.
“L’olio è sicuramente tra i principali alimenti della dieta mediterranea e della nostra produzione di qualità – precisa il Ministro –. Alimentarsi correttamente, preferendo i prodotti della terra e del lavoro dell’uomo e tenendo presente che ogni cibo ha delle caratteristiche proprie e inimitabili, è quanto mai importante per salvaguardare la propria salute”.

Fonte: Movimento Difesa del Cittadino