Nuovo sistema di notifica delle frodi all'Ue

Grazie al nuovo “Sistema di notifica delle frodi”, qualsiasi cittadino europeo può ora segnalare via Internet all’OLAF, l’Ufficio europeo per la lotta antifrode, in modo facile e sicuro e, se desiderato anonimo, i sospetti di corruzione e di frode ai danni dell’Unione europea.
L'OLAF si è sempre avvalso dell'aiuto di cittadini, imprese e funzionari dell'UE per compiere la sua missione di
tutelare gli interessi finanziari dell'Unione europea e la lotta contro la frode, la corruzione e altre attività illecite, comprese quelle perpetrate all'interno delle istituzioni europee. L'Ufficio raccoglie da diversi anni utili informazioni provenienti da tutta Europa, tramite i numeri verdi telefonici e la posta elettronica.
L'OLAF ha già trattato in passato denunce anonime in conformità con le norme vigenti, ma ha dovuto sottoporre
i casi a ulteriore verifica preventiva al fine di evitare possibili abusi. In pratica, questa forma di comunicazione
anonima presenta lo svantaggio che l'inquirente non può, per definizione, chiedere all'informatore di circostanziare i fatti.
Questo problema non si pone con il nuovo "Sistema di notifica delle frodi" poiché le recenti tecnologie consentono di garantire all'informatore un assoluto anonimato e, allo stesso tempo, gli permette di interagire con gli inquirenti dell'OLAF se lo desidera. Con questo sistema, nessuno- sia all'interno che all'esterno dell'OLAF – può conoscere l'identità dell'informatore che ha deciso di rimanere anonimo.
Il funzionamento del nuovo sistema
è simile a quello di una casella di posta elettronica anonima alla quale entrambe le parti possono lasciare
dei messaggi.
Nella fase pilota il sistema di notifica per la segnalazione di casi di frode (FNS) è disponibile in inglese, francese, tedesco e olandese. Tuttavia, le informazioni possono essere già registrate in tutte le lingue dell'Unione europea attraverso il modulo che si trova ora online.