‘Mpanatigghi

Ingredienti: 400 g di farina 00, 100 g di zucchero, 100 g di strutto, 5 tuorli d’uovo, 60 ml di acqua, un pizzico di sale.

Procedimento:

Per il ripieno: macina molto finemente la carne e scottala in padella per qualche minuto. Quindi versa in padella tutti gli altri ingredienti esclusi gli albumi e cuoci a fiamma molto bassa fino a quando il cioccolato non si sarà completamente sciolto. Una volta che il preparato si sarà intiepidito, incorporavi gli albumi montati a neve ed eventualmente un po’ di farina di semola per dare una consistenza morbida ma non umida. Quindi riponie in frigo per qualche ora.

Per la pasta degli ‘mpanatigghi: impasta su di una spianatoia la farina, setacciata, con lo zucchero, il sale, lo strutto tagliato a pezzetti e i tuorli d’uovo, aggiungendo, appena l’impasto dovesse risultare troppo duro e secco, un po’ d’acqua fino a ottenere una pasta liscia e omogenea. Forma una palla con la pasta, avvolgila in una pellicola e lasciala riposare in frigorifero per almeno 60 minuti. Stendi l’impasto degli ‘mpanatigghi fino a che abbia uno spessore di 2-3 mm circa e ritaglia tanti dischi del diametro di 10-12 cm. Poni un cucchiaio di farcitura al centro di ciascun disco e richiudi con l’altra metà di pasta in modo da formare una mezzaluna. Pressa con le dita o con una forchetta i bordi della pasta lungo la semicirconferenza e pratica una piccola incisione sulla sommità di ciascuno degli ‘mpanatigghi con delle forbici. Quindi metti i dolci a cuocere in forno preriscaldato a 180 °C fino a discreta doratura (15-20 minuti). Una volta sfornati, cospargi gli ‘mpanatigghi con un po’ di zucchero a velo e servi a temperatura ambiente.

Curiosità: all’interno di un grazioso biscotto vi è della carne. Si, insieme al cacao di Modica, alla farina di mandorle e alle spezie c’è anche della carne di manzo. Si racconta che furono inventati dalle suore di un monastero per aiutare i fedeli, con un cibo sostanzioso, durante i periodi di magro.