In Francia il Salone Internazionale dell'Agricoltura

Dal 26 febbraio al 2 marzo, la Francia è il 1° produttore agricolo in Europa e il 1° esportatore mondiale di prodotti agroalimentari lavorati. Con il comparto agroalimentare, l’agricoltura svolge un ruolo di primaria importanza per l’economia francese grazie ad una produzione pari a 136 miliardi di euro di cui 22,22 dedicati ai prodotti animali.
In seno all’Unione europea (Ue 15), la Francia rappresenta il 22,7% della produzione agricola.
Con oltre 20 milioni di capi il patrimonio bovino francese costituisce il 25% di quello europeo, mentre i suini occupano il terzo posto in Europa.
La produzione avicola francese, infine, assorbe il 23,5% di quella europea.
La Francia, del resto, detiene il 10% circa del mercato mondiale degli embrioni e del seme con l’immissione annualmente sul mercato internazionale di 50/70 000 riproduttori bovini, ovini, caprini, suini ed equini.
La Francia è anche il primo esportatore di prodotti agroalimentari lavorati.
Con 25,4 miliardi di euro precede gli Stati Uniti e si contraddistingue, in particolare, nella filiera del latte e prodotti derivati.
La biodiversità delle razze animali e le loro produzioni saranno presentate al Sia insieme alle filiere bovine, ovine, caprine, suine, equine ed avicole.
Il Sia accoglie, tra l’altro, il 114° Concours général agricole des animaux, sotto l’egida del Ministero dell’Agricoltura, Alimentazione, Pesca e Affari Rurali, che vede la partecipazione di 1750 animali riproduttori delle varie specie. L’offerta internazionale è unica per il livello delle performance e le garanzie ufficiali in merito a qualità e rintracciabilità.
I bovini al Salon International de l’Agriculture.
Sono 17 le razze bovine in gara durante il Sia.
Il Concours Général Agricole premia, gli allevamenti i cui capi presentino le migliori caratteristiche genetiche. Ogni informazione relativa alle razze bovine viene comunicata nell’ambito del Salone a cura delle Upra, Unità Nazionali per la Selezione e la Promozione della Razza.
Durante il Sia saranno organizzati i seguenti concorsi europei: L’eurobrune: la Brune, seconda razza francese da latte, è presente nei cinque continenti.
Le migliori giovenche provenienti da Germania, Austria, Italia, Svizzera e Francia parteciperanno alla 10a edizione del concorso. – L’eurosimmental: la Simmental, ormai, è esportata in Africa, nelle Americhe ed in Asia. Le migliori giovenche tedesche, austriache, svizzere e francesi si troveranno ancora una volta in Francia per partecipare alla 6a edizione del concorso europeo.
Il Sia segna un appuntamento annuale per gli allevatori di Prim’holstein. Per la prima volta accoglierà, quest’anno, il concorso Prim’holstein Rossa.
La Prim’holstein è la prima razza lattifera in Francia con oltre 2 800 000 capi.
Per i risultati di ogni concorso relativo alle razze:
www.Cga-paris.com.
I suini al Salon International de l’Agriculture.
Partecipano al Sia varie Organizzazioni di Selezione Suina specializzate in ambito internazionale.
Gli allevatori possono incontrare e confrontarsi con gli addetti al miglioramento genetico.
Le Organizzazioni di Selezione Suina sono a disposizione degli allevatori internazionali per presentare loro le linee selezionate.
La Francia è il secondo esportatore di suini riproduttori con oltre 30 000 capi destinati ogni anno a una trentina di paesi.
Quest’anno al Sia saranno presenti 9 razze suine, alcune in gara. Gli equini al Salon International de l’Agriculture. 66 cavalli parteciperanno ai vari concorsi tra cui il Trofeo internazionale del Cavallo da Tiro, con 7 paesi in gara. Il Sia ospita anche la 31a edizione della giornata dedicata alla ricerca equina con una specifica sessione relativa alle razze minacciate.
France Trait (associazione che consorzia 9 razze di cavalli francesi da tiro) organizza, inoltre, una vendita in busta sigillata di stalloni di varie razze da tiro il martedì 1° marzo 2005.
I prodotti dei «terroirs» francesi e del mondo.
I visitatori possono vedere esposti i prodotti francesi e non (sono presenti oltre 700 aziende provenienti da 30 paesi diversi e da 22 regioni francesi).
In concomitanza si svolge il Concours Général Agricole des produits (con accesso riservato a membri della giuria e alla stampa) che assegna, a seguito di severe selezioni, la ben nota medaglia ai migliori prodotti francesi che si sono contraddistinti per le qualità gustative.
Il Cga per i prodotti è l’unico concorso ufficiale organizzato in collaborazione con il Ministero dell’Agricoltura, Alimentazione, Pesca e Affari Rurali.
Gli operatori in visita al salone ricevono una guida al «Percorso degli operatori dell’agroalimentare» che valorizzerà le aziende di prodotti agroalimentari internazionali e francesi alla ricerca di acquirenti e importatori del loro comparto.
I produttori premiati durante il Concours Général Agricole 2004 e presenti al Salone vengono menzionati nella guida volta ad agevolare, per gli operatori in visita, la selezione di prodotti offerti dalle varie aziende presenti nonché la proposta per i mercati esteri.
Le filiere animali e vegetali al Sia. I vari attori delle filiere animali e vegetali saranno presenti al Sia per fornire informazioni sulle filiere agricole francesi ai visitatori esteri.
In merito alle filiere animali, i visitatori esteri possono, tra l’altro, incontrare esponenti dell’Interbev (carne), del Cidil (latte), Inaporc (suini), 10 filiere vegetali sono presenti all’ Odyssée Végétale. I vari protagonisti forniscono informazioni in merito alle procedure export per le aziende francesi.
Salonagriculture.com