Una sigaretta a tavola? Prenota la suite.

A partire dal 10 gennaio 2005 con l’entrata in vigore della nuova legge che vieta il fumo all’interno dei locali pubblici, l’Italia si è dovuta dividere in due.
A Milano solo una trentina di ristoranti dispongono di una zona adibita ai fumatori, un numero davvero esiguo se si considerano i 300 mila milanesi fumatori (stima dell’Associazione fumatori cortesi). L’hotel Principe di Savoia, che sa indovinare ogni piccolo desiderio dei propri ospiti, ne sa condividere anche le piccole abitudini e comprende i piccoli inconvenienti che una simile norma può creare.
Ecco dunque la novità rivolta a coloro che non desiderano privarsi del gusto di una sigaretta: la “Cena in Suite”. Chi lo desidera potrà infatti cenare in una delle eleganti e prestigiose suite dell’albergo senza dover necessariamente pernottare e, soprattutto, senza privarsi del piacere del fumo.
Il Principe infatti mette a disposizione dalle 20.00 alle 22.30 un salotto intimo ed accogliente dove poter gustare un menù a tre portate à la carte, con proposte che saranno rinnovate ogni mese, appositamente creato da Paola Budel, rinomato Chef del ristorante Galleria.
Queste cene sono riservate a un minimo di 4 persone sino ad un massimo di 12. Tutte le suite sono famose per la loro raffinata eleganza ricca di squisiti dettagli fin de siècle, mentre le note classiche dell’arredo in stile Ottocento lombardo si esprimono con legni pregiati e tessuti preziosi per trasformare la vostra cena in un’esperienza memorabile. Reservations@hotelprincipedisavoia.com