''Il gusto dell'autunno'' in Val Tanaro

Il Consorzio Alta Val Tanaro Turismo ha realizzato in questo 2005 la prima rassegna gastronomica dedicata alla scoperta dei gusti della cucina locale, uno dei più importanti punti di eccellenza della accoglienza della Valle a cavallo tra Langa e Liguria. L’evento in corso sino al 2 dicembre, è nato con il patrocinio della Comunità montana Alta Val Tanaro e con la collaborazione del Consorzio per la valorizzazione e la tutela dei prodotti tipici dell’Alta Val Tanaro. Hanno aderito alla manifestazione 11 soci ristoratori ed albergatori che, basandosi sull’uso degli eccellenti prodotti del territorio, secondo le regole di antiche ricette, hanno portato alla realizzazione di un percorso in più tappe per promuovere il territorio della valle attraverso l’arte gastronomica.
La stagione autunnale è una delle migliori per apprezzare i sapidi sapori dei tipici prodotti della montagna dell’Alta Val Tanaro: il fagiolo bianco di Bagnasco, i ceci di Nucetto, le rape di Caprauna, le patate di Ormea, il grano saraceno, i formaggi di alpeggio e il Raschera DOP, la selvaggina, i meravigliosi funghi porcini e la castagna garessina, che i ristoratori locali sanno utilizzare con fantasia e rispetto della tradizione. Verranno riproposti antichi piatti tipici di un territorio al confine tra Piemonte e Liguria, come i tultei (ravioloni fritti o cotti sulla stufa a legna) e le fozze, abbinate al forte sapore del bruzzu (crema di formaggio), la panissa di ceci, gli sc-ciancui (pezzi di pasta strappati a mano, servititi solitamente con rape e patate), la polenta saracena abbinata frequentemente a un sugo di panna, porri e funghi, le lasagne all’Ormeasca (sorta di maltagliati conditi con formaggio fuso), le tipiche zuppe di fagioli e di ceci e molte altre proposte che saranno una piacevole scoperta per gli amanti della buona tavola. Ai cibi dei ristoratori saranno abbinati il meglio della produzione enologica del Piemonte e della Liguria e la leggerissima acqua minerale San Bernardo, proveniente dalle fonti di Garessio. Le prenotazioni sono obbligatorie e si ricevono presso i ristoranti partecipanti sino a due giorni prima della cena in programma. Le strutture ricettive aderenti alla rassegna (il Rifugio Mongioie, gli alberghi Italia, il Bricco del dente, Ponte di Nava di Ormea e l’albergo Al Castagneto di Priola), propongono ai partecipanti il “week end goloso”, che prevede la cena tipica della rassegna, il pernottamento e la prima colazione a un prezzo davvero contenuto. Per chi vuole trascorrere un fine settimana in Alta Val Tanaro, a scoprire le cose belle da vedere oltre che quelle buone da mangiare, il Consorzio Alta Val Tanaro Turismo propone, con le proprie guide e accompagnatori, numerose attività. La cooperativa Strade / Liguria da Scoprire partecipa proponendo un programma di escursionismo gastronomico, con visita alle aziende dei produttori di formaggio di mucca, capra e pecora, e di castagne del territorio, e con dimostrazioni delle lavorazioni e degustazioni dei prodotti (Mirko Cavalleri – Coop. Strade tel. 328.6236802). Tutte le escursioni e le visite guidate avranno luogo su prenotazione.

Weblink: www.altavaltanaroturismo.it