Il ''Consorzio del vino Nobile'' di Montepulciano al MiWine

Il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano torna con i propri vini in quello che è stato definito uno degli eventi del settore più attesi dell’anno in corso: il MiWine.
Otto le aziende presenti in forma diretta allo stand del Consorzio, padiglione 10, area A 52 – B 51: Bindella, Contucci, Crociani, Fassati, Fattoria del Cerro, Gavioli, Poggio alla Sala, San Gallo.
Oltre a queste il Consorzio ospita in un’apposita area – enoteca ben 32 etichette. Sono proposte in assaggio le ultime annate in commercio di Rosso e di Vino Nobile di Montepulciano. Inoltre sono presenti alcuni campioni della vendemmia 2005, annata che durante l’Anteprima ha ricevuto le quattro stelle (il massimo punteggio è cinque) segno di grande qualità nonostante le tante asperità climatiche della passata vendemmia.
Tra le tante iniziative previste all’area del Consorzio del Vino Nobile, un evento collaterale di grande importanza fa conoscere al pubblico di esperti e di consumatori l’anima del Vino Nobile di Montepulciano. “Toscana in rosso: le anime del Sangiovese (Brunello di Montalcino, Nobile di Montepulciano e Chianti)”.
Questo il titolo della degustazione a cura dell’Ais Lombardia, partner ufficiale di MiWine, che viene proposta martedì 13 giugno dalle ore 10 alle ore 18,30.
L’iniziativa si tiene nella “Piazza del Gusto” (al Pad. 6 Stand M32, proprio all’ingresso della Fiera, in un punto strategico) dove i sommelier curano la mescita dei vini per permettere un primo assaggio ai visitatori della fiera e dare loro indicazioni su come poi raggiungere lo stand per approfondire la conoscenza del prodotto e del territorio.
Nello stesso luogo e nella stessa giornata il Vino Nobile è protagonista anche del “game” cioè di una degustazione bendata, su richiesta, al fine di misurare la conoscenza dei vini o semplicemente per apprezzarne le caratteristiche senza conoscerne l’origine aziendale.
"Milano è un appuntamento che sta diventando sempre più importante – dichiara il Presidente del Consorzio, Massimo Romeo – forte anche di una location rinnovata e dal design particolare come la nuova Fiera, per questo non poteva certo mancare il Consorzio di uno dei vini più ricchi di storia e tradizione che esistano in Toscana e in Italia".
MiWine è giunto alla sua seconda edizione con il principale obiettivo di portare i vini italiani a contatto con i mercati internazionali e, contemporaneamente, permettere ai buyers e agli stessi produttori nazionali di conoscere meglio i mercati, i prodotti e l'offerta estera.