Gli chef vincitori del 1° Concorso ''Patate di Francia''

Savarin di patate farcito al Taleggio e tartufo nero lariano con ragout di lumache di vigna in salsa di silene.
E poi Agnoli in farcia di patate di Francia e cannella con fois gras e burro ai pistacchi.
E ancora Patate del Birichin e, per finire, Mousse di patate con mirtilli. E’ questo lo straordinario menu delle ricette vincenti con cui si conclude la prima edizione del concorso gastronomico Patate di Francia, organizzato in collaborazione con l’Unione Italiana Ristoratori e con Italcuochi/Orpi, e in partenariato con la Saps.
Lo spirito del concorso era quello di abbinare la creatività degli chef italiani con la qualità organolettica e la versatilità delle Patate di Francia, creando una ricetta che le esaltasse.
Il posto d’onore è andato a Lorenzo Staltari del Casinò di Campione che ha proposto un Savarin di patate farcito al Taleggio e tartufo nero lariano con ragout di lumache di vigna in salsa di silene. A lui è andato il primo premio: una prestigiosa pentola d’oro firmata Baldassare Agnelli.
Secondo classificato: Riccardo Enzo del ristorante
L’invito di Quarto d’Altino (Ve) con gli Agnoli in farcia di patate di Francia e cannella con fois gras e burro ai pistacchi.
Il terzo posto è andato a Nicola Batavia del ristorante ‘l Birichin di Torino con le Patate del Birichin, mentre al quarto troviamo Felice Sgarra dell’Hotelgarden di Andria (Ba) con la Mousse di patate con mirtilli. Questi ultimi tre chef si sono aggiudicati una pentola in rame Baldassare Agnelli.
La premiazione degli chef vincitori si è tenuta oggi alla Residenza La Cantalupa di Brusaporto (Bg).
Il primo concorso gastronomico "Patate di Francia" si chiude con un risultato più che lusinghiero: hanno partecipato 70 ricette inviate da ristoratori di tutta Italia. A valutarle è stata chiamata una giuria composta dai rappresentanti degli organizzatori, da giornalisti specializzati e da Enrico Cerea, chef del ristorante Da Vittorio di Bergamo e testimonial delle Patate di Francia.
Le ricette sono state giudicate in base a 4 parametri: congruità gastronomica, originalità, innovatività degli abbinamenti e scelta degli strumenti di cottura.
I 30 classificati in seguente sono stati omaggiati con un libro di cucina interamente dedicato all’interpretazione
gastronomico-mediterranea delle patate.
Il concorso si inserisce nella campagna triennale 2004/2006 realizzata in Italia da Sopexa per conto dell’ interprofessione delle patate francesi, il Cnipt (Comité National Interprofessionnel de la Pomme de Terre).
L’obiettivo di questa campagna consista nello sviluppare la cultura della patata di qualità e consolidare l’immagine delle Patate di Francia quali leader in questo segmento.
La comunicazione, destinata sia ai consumatori sia ai ristoratori e ai professionisti, si è incentrata sulla segmentazione dell’offerta di patate francesi, con la presentazione delle differenti tipologie e del loro utilizzo ottimale in cucina.
La campagna di comunicazione vede i due grandi chef Enrico e Roberto Cerea, del ristorante Da Vittorio a Bergamo, nel ruolo di testimonial e di esperti suggeritori che coinvolgono i consumatori e i professionisti nella preparazione di ricette a base di patate. Coerentemente con questi obiettivi è proseguita la partnership con Olio Carli, che rinforza il legame tra le Patate di Francia e la cultura gastronomica italiana.
Oltre al concorso gastronomico, sono state dedicate anche iniziative ad hoc per il pubblico professionale: publiredazionali sulle riviste specializzate per i ristoratori, lettere di informazione periodiche per grossisti e buyer della Gdo, comunicati stampa e dossier informativi per i giornalisti.
E’ stato inoltre realizzato un corso di cucina riservato ai giornalisti delle riviste gastronomiche e femminile.
Quanto ai consumatori finali sono stati raggiunti con publiredazionali pubblicati sulle più importanti riviste di cucina e nei supplementi di ricette “speciali Patate” di alcune riviste specializzate come Dimagrire, Più Cucina e Sale &Pepe e con la presenza delle Patate di Francia su quattro famose guide gastronomiche: Espresso, Gambero Rosso, Uir-unione Italiana Ristoratori e Orpi-ordine Ristoratori Professionisti Italiani. In più, è stato messo on line il ricco sito Internet delle patate di Francia : www.Patate-da-amare.it che permette un contatto costante e stimolante con i consumatori.

Visita il sito: www.patate-da-amare.it