Gennaio, tempo di MACEF

Apre, in Fiera-Milano dal 21 al 24 gennaio l'edizione di Macef 2005.
Si svolge in contemporanea con il Salone internazionale della Casa.
Dopo la profonda riorganizzazione di settori e percorsi espositivi, portata a compimento nel corso delle ultime edizioni, Macef continua ora il suo progetto di sviluppo puntando su tre diversi temi di grande interesse e attualita': l'ecologia, il design, l'arte e cultura della tavola.
La mostra si propone quindi non solo come importante appuntamento commerciale, ma anche come fondamentale punto d'incontro di nuove tendenze e osservatorio privilegiato sul mercato, attraverso un ricco programma di iniziative ed eventi mirati.
Sono attesi in fiera non meno di 3.500 espositori, il 25% dei quali esteri. Per quattro giorni dentro Fiera Milano si incontreranno il meglio dell’offerta di oggettistica per lo scenario domestico – prodotti per la tavola e la cucina, la decorazione, il tessile; accessori, bigiotteria e accessori moda, regalo e complementi d’arredo – con il meglio in fatto di attori della filiera della distribuzione (grossisti, buyer, grande distribuzione, dettaglio specializzato) ai quali come di consueto si aggiunge la community del progetto, e cioè architetti, interior designer, arredatori e giornalisti.
Clou di Macef Gennaio 2005 sarà il progetto legato alla sostenibilità ambientale, cioè all’uso intelligente dei materiali.
L’argomento è da anni all’ordine del giorno delle forze politiche ed economiche dei paesi occidentali.
In Italia, in particolare, con la finalità di perseguire il recupero e il riciclaggio dei rifiuti, è stato emanato dal ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio, di concerto con il ministero delle Attività produttive e con il ministero della Salute, il Decreto 8 maggio 3003 n. 2003 (“Norme affinché gli uffici pubblici e le società a prevalente capitale pubblico coprano il fabbisogno annuale di manufatti e beni con una quota di prodotti ottenuti dal materiale riciclato nella misura non inferiore al 30% del fabbisogno medesimo”).
In questo Decreto è istituito il Repertorio del Riciclaggio all’interno del quale sono presenti diverse categorie di prodotti, ottenuti con materiale riciclato, tra cui arredo per interno, complementi d’arredo, accessori bagno, articoli per l’igiene e cancelleria.
Le aziende presenti a Macef, la cui offerta merceologica spazia in larga misura dentro queste categorie, sono quindi fra i soggetti che possono contribuire al miglioramento della qualità ambientale, progettando prodotti più efficienti sotto questo aspetto.
•Macef interviene su questa tematica in tre distinti momenti, fra loro coordinati, che formano un vero e proprio progetto-ambiente:
•Un convegno dedicato alla produzione con materiali di riciclo, in collaborazione con l’Adi, Associazione per il disegno industriale.
•Un evento espositivo e promozionale organizzato in collaborazione con Matrec (prima banca dati di eco-design online) e Material Connexion (primo centro italiano di documentazione e ricerca sui materiali innovativi), con la partecipazione dei consorzi Co.Re.Pla, Comieco e CiAL.
Il Premio internazionale Macef Design “Massimo Martini” (dedicato al fondatore del Macef) sarà rivolto in questa edizione al complemento d’arredo realizzato con materiale di riciclo (plastica, vetro, legno e metallo).
Quella che si sta preparando per Gennaio, ad ogni modo, è una edizione particolarmente ricca di eventi e di suggestioni.
Si parte da Getti & Oggetti, l’area all’interno della quale espone il mondo del bagno (biancheria, accessori, complementi d’arredo); una presenza tradizionale dentro Macef che adesso, proprio grazie all’accorpamento all’interno di uno spazio dedicato, avrà maggiore visibilità e valore. “Già a Settembre avevamo effettuato un focus sul mondo del bagno – commenta Marisa Corso, exhibition director della mostra milanese – anticipando il progetto Zodiac, un originale concorso internazionale di progettazione che ha riunito per la prima volta architettura e astrologia in modo univoco e originale; un evento attraverso il quale un migliaio di designer avevano provato ad ambientare la stanza da bagno facendo riferimento alle caratteristiche tipiche di ciascun segno zodiacale”.
Getti & Oggetti accoglie adesso come ospite speciale la mostra conclusiva del progetto Zodiac (bandito e organizzato dallo Studio Quid di Pesaro) e anche grazie a questa presenza indica che qualsiasi oggetto può funzionalmente diventare complemento d’arredo e ha la possibilità di trasformare e rinnovare il mondo della stanza da bagno.
Il target che Getti & Oggetti intende raggiungere è composto da importatori, negozianti e decoratori di interior design, buyer di grandi gruppi, operatori del settore dell’oggettistica.
All’interno di Macef tornano anche in primissimo piano, come ad ogni edizione di Gennaio, la Tavola e la Cucina.
L'evento destinato a promuoverne e stimolarne prodotti e accessori, si chiama "Food Time" e si tiene al padiglione 16/2°.
Il programma quotidiano di Food Time è basato sulla presenza di un famoso cuoco (gli chef sono Carlo Cracco, Claudio Sadler, Davide Oldani e Moreno Cedroni), che cucina “in presa diretta”.
L'evento prevede la partecipazione di Raisat-Gambero Rosso Channel , che ne riprenderà alcune fasi e ne trarrà quattro puntate di 20' ciascuna che andranno in onda nella settimana successiva.
Sempre in tema di cucina si segnala "Le stanze del cibo" , una mostra-evento composta da cinque piccoli ambienti centrati sul rito del cibo e dell'imbandire la tavola, una libera interpretazione della tavola dietro il proprio immaginario, disegni o sogni, intorno a un evento che è al tempo stesso quotidiano, rituale e simbolico.
L'iniziativa è stata ideata e progettata dall'azienda Mesa, in collaborazione con l'arch. Alberto Maria Prina, coordinatore del progetto.
Le 'stanze' sono sviluppate dagli allievi del corso di scultura dell'Accademia di Brera, i quali hanno provato a immaginare la loro ' tavola ideale' del futuro. E' importante sottolineare che si tratta della prima volta che un'azienda e la storica Accademia milanese collaborano ad un progetto di arti applicate come questo.
L'evento 'Le stanze del cibo' sarà collocato nel collegamento fra i padiglioni 15/2 e 16/2.
Macef Gennaio 2005 ha in serbo anche altre sorprese più direttamente collegate al mondo del progetto. Per esempio la sponsorizzazione della grande mostra monografica su Gaetano Pesce, versatile architetto e designer spezzino. Si tratta di un vero e proprio evento in quanto Pesce fino a oggi non aveva mai accettato l’idea di una grande monografica pur se era comparso in numerose mostre antologiche in Italia e all’estero (opere di Pesce sono presenti nelle collezioni permanenti di molti importanti musei d'arte contemporanea: il Museum of Modern Art e il Metropolitan Museum di New York, il Victoria & Albert Museum di Londra, il Museum of Modern Art di San Francisco, il Centro Georges Pompidou e il museo delle Arti Decorative di Parigi, il Museo delle Arti decorative di Montreal e il Museo d´Arte Moderna di Torino). Pesce, che è stato anche regista cinematografico, è personalità poliedrica e inquieta; ha vissuto a lungo a Helsinki, poi a Londra e a Parigi (attualmente vive a New York); difficile inquadrarlo in una “scuola”, anche se negli anni Settanta è stato esponente di punta del cosiddetto Radical Design. Certamente Pesce ha sempre mostrato uno interesse per il nuovo del tutto particolare: sia che si trattasse di forme sia di materiali sia di concetti architettonici esso è visto sempre all’interno di una forte “storicizzazione”; per lui architettura e design dovrebbero essere lo specchio della realtà. “Lavoro con materiali che sono quelli del nostro tempo, del nostro periodo storico – ha detto -. Penso che sia giusto perché testimoniano il legame che abbiamo con la nostra epoca”. L’attività di Pesce nel campo del design va sottobraccio con le sue attività in architettura; a partire dal 1962, infatti, Pesce ha disegnato mobili e oggetti (soprattutto sedie e lampade) per C&B Italia, Cassina, Bernini, Venini.
La mostra dedicata a Gaetano Pesce sarà inaugurata in Triennale il 21 gennaio, giorno di apertura di Macef, e rimarrà aperta al pubblico fino ad aprile, in coincidenza con il Salone del Mobile.
All’interno di Macef sarà allestita una “demo”, cioè una selezione di prodotti, che informerà i visitatori della mostra e li indirizzerà verso la Triennale.
Sempre nel campo del design Macef Gennaio 2005 ripropone l’area Segni, al padiglione 12, rassegna-selezione delle aziende più creative sullo scenario del progetto italiano; ed Experience 21 al padiglione 21 dove sempre di più, con il trascorrere delle edizioni, si concentra l’oggettistica di tendenza.
In modo particolare si segnala il collegamento con la rivista Altrelementi, dietro la quale è organizzato un gruppo di giovani designer neolaureati desiderosi di far conoscere alle aziende la loro progettualità giovane e moderna, anche fuori dagli schemi però certamente innovativa e quindi degna di attenzione.
All’interno di Experience 21, quindi, prenderà le mosse a Gennaio un’area dedicata al progetto giovane, orientata anche agli espositori oltre che ai visitatori di Macef, ma che parlerà anche a questi ultimi, operando in modo da creare gusti e sensibilità per i prodotti giovani e innovativi.
Il settore Regalo e Cartoleria denominato "Cart Plus" ha lo scopo di far emergere le innovazioni del mercato per quanto concerne oggetti da scrittura, organizers, borse e cartelle da lavoro, carte regalo, decorative e da decoupage, piccoli accessori per il business.
Cart Plus consiste in una selezione di prodotti “top” ambientata in un “negozio del futuro”, un’area gestita da esperti di Visual Merchandising che diverrà utile strumento di rappresentazione di come uno store deve presentare i suoi prodotti.
Cart Plus è ospitato nel padiglione 3, già sede di numerosi eventi internazionali di grande richiamo.
Proseguono, naturalmente i progetti di promozione e direct marketing di Macef: il Progetto Buyer (che ha portato a Milano lo scorso settembre circa 2mila grandi buyer da tutto il mondo), il Progetto Sud, che si propone l’obiettivo di facilitare la visita della mostra agli operatori commerciali delle regioni meridionali, e la campagna di promozione internazionale di Macef, legata principalmente – ma non esclusivamente – alla mostra itinerante Italian Living by Macef, che nel 2004 ha fatto tappa in ottobre a New York e a Stoccolma e in novembre a Tokyo e che si ripromette di organizzare ancora alcune significativi “passaggi” – si pensa agli Usa, alla Russia e alla Cina – nel 2005.
Dal 20 al 24 Gennaio ritornano sia "Festivity", il salone delle decorazioni natalizie e feste, sia "G come giocare" che apre dal 21 al 24 gennaio.
Entrambi gli eventi, nati dalla trasformazione del Salone Internazionale del Giocattolo, si tengono in contemporanea a Macef.

Macef
Il "Salone Internazionale della Casa": Cucina, Arredo, Tessile Festività, Regalo. Per info: Largo Domodossola, 1 20145 Milano – telefono 02.485501

Per saperne di più: www.fmi.it

Cesare Tibaldeschi