Fiore Sardo

Il formaggio Fiore Sardo è chiaro dal nome che viene prodotto in Sardegna. L’appellativo “fiore” sembra derivi dal succo del fiore di cardo che un tempo veniva utilizzato per ottenere la cagliata. E’ anche conosciuto con il nome Caciofiore sardo.
E’ un formaggio prodotto con latte intero di pecora di razza sarda a pasta dura cruda, di consistenza compatta senza occhiature, di colore bianco o giallo paglierino. La crosta è secca, di un colore che va dal giallo carico sino ad un colore nerastro. Il sapore piccante varia a seconda del periodo di stagionatura. La sua forma particolare è costituita da due tronchi di cono schiacciati e uniti per la base maggiore; il diametro delle facce va dai 12 ai 25 cm. e lo scalzo ha un aspetto bombato di 13-15 cm. La forma pesa da 1,5 kg. a 4 kg.

In cucina si presta ad accompagnare gli aperitivi: tagliato a lamelle sottili e condito con un filo d’olio extra vergine d’oliva e pepe. A piccoli pezzetti mescolati ad un’insalata fresca, ne competa il sapore.
E’ l’ingrediente ideale per preparare il “pesto alla genovese”.
Quando è fresco si presta ad essere utilizzato con le verdure di stagione, come ad esempio i “pomodorini ciliegia” o ad essere servito come formaggio da tavola.
Se stagionato più di sei mesi viene utilizzato come formaggio da grattugiare, come ingredienti nella preparazione dei primi piatti e sugli ortaggi lessati.

Fiore Sardo