Dove fare una gita di sabato? Diamine! In Emilia Romagna

Degustazioni e visite guidate notturne nei castelli del Ducato di Parma e Piacenza
I castelli del Ducato di Parma e Piacenza abbassano i ponti levatoi e propongono cene, degustazioni, visite guidate e animazioni.
Gli appuntamenti sono fissati al sabato sera con calendario diverso a seconda del castello.
La Rocca Sanvitale di Fontanellato (Parma) ogni secondo sabato del mese sino ad ottobre mette in scena “Il gusto della cultura”, in cui la rievocazione storica si unisce ai piaceri della buona tavola.
La Rocca dei Rossi a San Secondo (Parma), l’ultimo sabato del mese sino al 31 dicembre, propone lo spettacolo “Arte e suggestioni in Rocca” a cui segue il banchetto con piatti del territorio.
Il Castello di Gropparello (Piacenza) organizza tutti i sabati (o altri giorni su prenotazione) il “Banchetto dei nobili” a cui si può partecipare solo abbigliati con costumi d’epoca medioevale.
Insomma, al sabato il programma è fatto: basta partecipare!
Info: Associazione Castelli del Ducato, tel. 0521 829055 oppure 0521 823221, e-mail: info@castellidelducato.it

Dal 15 marzo, nella provincia di Piacenza si svolgeranno i seminari di educazione al gusto promossi dalla Provincia e dal Centro Didattico di Piacenza della Scuola Regionale di Ristorazione.
Le lezioni, che hanno come titolo “Saperi e sapori” e “Le mani in pasta”, trattano di enogastronomia locale e sono in programma al Centro scolastico agrario; fanno parte dell’iniziativa le “Serate del gusto”, proposta da Provincia e Centro scolastico per promuovere una corretta educazione alimentare tra i ragazzi.
I seminari sono gestiti da Centro Itard , dalla Scuola medesima e dal Centro di formazione professionale Nazareno, con la collaborazione del Consorzio Salumi Tipici Piacentini e del Consorzio del Grana Padano.
L’iniziativa, volta a promuovere la conoscenza dei prodotti tipici dell’Emilia-Romagna e a sviluppare la ristorazione professionale e di qualità, prevede due momenti diversi e distinti: la realizzazione di seminari in alcuni Istituti d’Istruzione Superiore di Piacenza e provincia (su prodotti tipici, educazione ai consumi consapevoli, rapporto cucina-salute e alimentazione da agricoltura biologica), dei quali si sta definendo l’elenco, e lo svolgimento di cene-seminari in ristoranti, trattorie ed agriturismi dove, accanto alla proposta di menu tipici del territorio (dall’antipasto al dolce, con vini dei Colli Piacentini e salumi degli associati al Consorzio Salumi Tipici), è prevista la presenza di esperti gastronomi e nutrizionisti che cureranno l’aspetto didattico delle cene, conducendo i partecipanti attraverso la storia dell’alimentazione e della cucina.
Ad ogni partecipante viene consegnata una copia del materiale didattico appositamente realizzato per l’iniziativa.

Pietro Tibaldeschi