“Cheese” di Bra: una manifestazione in crescita

Giunta alla sua quinta edizione, Cheese conferma la sua identità di grande momento d’incontro fra i produttori di formaggio.
La manifestazione di Bra (Cuneo) è costantemente in crescita ed ora è pronta ad effettuare la quinta edizione che si terrà dal 16 al 19 settembre.
Dalla prima edizione del 1997, Cheese si è ingrandita in termini di pubblico, di presenza internazionale, di espositori, di occasioni di assaggio e conoscenza, di dibattito e di attenzione generale su temi d’attualità per il settore lattiero caseario.
Alcuni dati dell’ultimo Cheese, quello del 2003: furono 155.000 i visitatori, 4.000 gli studenti presenti alle attività didattiche, 2.640 le presenze ai Laboratori del Gusto, 19.000 nella Gran Sala, 140 gli espositori provenienti da Italia, Austria, Germania, Svizzera, Olanda, Francia, Portogallo, Grecia, Irlanda, Regno Unito e 40 i Presìdi da Italia, Danimarca, Gran Bretagna, Grecia, Federazione Russa, Irlanda, Olanda, Polonia, Spagna, Svizzera e Stati Uniti. Per Cheese 2005, la struttura portante resta la stessa, perché non si cambia una formula di successo ormai collaudata. Torneranno dunque a Bra il Grande Mercato dei formaggi, la Gran Sala con la sua enoteca e la carrellata di tutte le dop e igp casearie d’Europa in degustazione (151 formaggi diversi, da 14 Paesi europei, dall’Austria alla Svezia, con l’aggiunta delle quattro denominazioni d’origine svizzere), gli Appuntamenti a tavola, lo spazio ludico-educativo per i più piccoli, i Chioschi di degustazione.
Confermata, dopo il positivo esordio del 2003, la presenza dei pastori con le loro tome d’alpeggio; si tratta di uno spazio più informale, studiato per permettere la partecipazione di coloro che non possono sostenere una presenza più organizzata, con la bancarella per tutti i quattro giorni.
I pastori hanno partecipato numerosi nel 2003, e torneranno quest’anno, vivacizzando lo spazio a loro dedicato, portando tra strade e portici i profumi delle loro montagne. Sarà arricchita di nuove proposte anche la parte relativa all’animazione e allo spettacolo.
Per la prima volta il Comitato Festival delle Province (www.Festivaldelleprovince.it), Slow Food e la Notte della Taranta (www.Lanottedellataranta.it) presenteranno i frutti di una nuova collaborazione.
Nelle piazze, nei cortili o sotto il tendone del Circo si terranno gli spettacoli conclusivi del Festival delle Province, il primo festival nazionale di cultura popolare.
Saranno di scena, tra gli altri, le tarantelle d’amore di Ambrogio Sparagna, i canti a braccio dei pastori-poeti dell’Alto Lazio e i pupi catanesi della famiglia Grasso.
Anche quest’anno, nello storico cortile di via della Mendicità Istruita 45, sede di Slow Food Editore, sarà allestito lo spazio del Caffè letterario, dove si potranno incontrare i redattori di Slow e Slowfood, acquistare le riviste e le pubblicazioni dell’associazione, gustare colazioni e aperitivi con i prodotti dei Presìdi e i vini della Banca del Vino, partecipare a incontri e leggere al mattino i principali quotidiani nazionali, da sfogliare comodamente seduti nell’ampio dehors. Ma la novità assoluta è legata al tema di Cheese di quest’anno: i caprini. Produzione tipicamente mediterranea, legata storicamente a condizioni di pascolo marginali, in cui i terreni migliori erano destinati ad altre, più redditizie colture, o a zone aride e difficili per l’allevamento, sarà rappresentata a Cheese nella Casa dei caprini: dagli esemplari più famosi e blasonati, come quelli francesi, ai meno noti greci, ciprioti, portoghesi, fino alle autentiche rarità giapponesi, statunitensi, australiane.

Anche Bonarda Style sarà a “Cheese”, mostra internazionale dedicata al formaggio, giunta alla sua quinta edizione e organizzata da Slow Food a Bra, in provincia di Cuneo.
Nel Cortile delle Scuole Maschili con ingresso da via Marconi e via Vittorio Emanuele II, Bonarda Style attende i visitatori di Cheese con più di 50 etichette in degustazione. Bonarda, ma non solo per presentare lo stile “naturalmente Oltrepò”: anche Riesling e Oltrepo Spumante Classico si alterneranno nella Carta dei Vini proposti al pubblico.
Grafica Bonarda Style, degustazioni, bicchiere e taschina – portabicchiere, proposta dei loghi Croatina & Co., poster e cartoline Bonarda, servizio di mescita da parte di sommelier Ais, incontri con i visitatori: tutto ciò sarà Bonarda Style a Cheese.