Al secondo anno, Modena ripropone 'La Buona Tavola'

La manifestazione avrà luogo presso il padiglione fieristico di Modena, da giovedì 18 novembre a domenica 21 novembre, con i seguenti orari d'apertura: giovedì dalle ore14,00 alle 20,00, venerdì e sabato dalle 10,00 alle 23,00 e domenica dalle 10,00 alle 20,00.
Il salone raccoglierà tutte le specialità del territorio, dai salumi ai formaggi, dai vini all'aceto balsamico, dalle mostarde alle più variegate tipologie di dolci e leccornie in degustazione ed in vendita.
Un salone che, oltre ad accogliere i visitatori, è d’interesse anche per gli operatori, come ad esempio il gruppo HO.RE.CA. (HOtel, REstaurant & CAtering), la distribuzione tradizionale, i rappresentanti, i grossisti, le agenzie d'import-export Un luogo dove scegliere fra una ricca varietà di prodotti tipici e artigianali del territorio.
Nel padiglione fieristico si distingueranno tre aree specifiche: una dedicata naturalmente all'esposizione, una riservata alle degustazioni accompagnate da visite guidate che vedranno susseguirsi un tema diverso per ciascun giorno ed un'altra area riservata ad appuntamenti convegnistici e congressuali con incontri anche a carattere economico-tecnico pensati in modo specifico per gli operatori, oltre a momenti dedicati al grande pubblico.
Nel corso de 'La Buona Tavola', sarà possibile degustare coppa e pancetta piacentine, il culatello di Zibello, la mortadella di Bologna, il salame mantovano e di Varzi, il prosciutto di Modena e Parma, il cotechino di Modena.
Saranno presenti inoltre i vini dei colli bolognesi e piacentini, il Lambrusco di Sorbara, Grasparossa e Salamino, il Vino dei colli morenici, il Franciacorta, il Garda Classico, il Lugana, il Vino dell'Oltrepo Pavese.
I liquori saranno il nocino, il laurino, la grappa, la farina di castagneto e non potrà mancare l'oro nero, l'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena e Reggio Emilia, orgoglio della tradizione alimentare nostrana.
Fra i formaggi, il Parmigiano Reggiano e formaggi freschi che accompagneranno mostarde, composte di frutta, prodotti caseari e da forno.
Infine non avrebbero potuto mancare i dolci, che delizieranno il palato di tutti a partire dalla spongata, presente sia nella sua versione tradizionale che con alcune varianti prelibate, per arrivare alla Torta della Nonna e all'esclusiva Torta di Zucca. Sempre in tema di dolci, sarà possibile ammirare vere e proprie sculture di cioccolata, la cui fragranza delizierà l'olfatto dei visitatori.

Cesare Tibaldeschi