A Cremona la V edizione di ''Vegetalia''

Prodotti, tecnologie e macchinari per la filiera vegetale, ma non solo: agroenergia, gestione delle acque irrigue, nuove soluzioni colturali ed il 15° Salone Nazionale del Contoterzismo, Mostra Convegno dell’innovazione agromeccanica.
Torna con questi temi a Cremona, centro agricolo della zona centro padana, la quarta edizione di Vegetalia, giovane ma strategica manifestazione fieristica interamente dedicata al comparto vegetale.

Non mancherà all’appuntamento la Direzione Generale Agricoltura della Regione Lombardia, che, con l’apporto organizzativo di ERSAF, sarà presente con uno stand di 65 metri quadrati.
Due i due convegni organizzati da Regione Lombardia Agricoltura e patrocinati da ERSAF, con altri partner.
Con il Comitato Termotecnico Italiano il 22 febbraio alle ore 9.30 presso la Sala Ricerca e Sviluppo il primo Convegno tratterà la “Valorizzazione della pollina a fini energetici e ambientali”.

Lo stesso giorno, alla Sala Amati, alle 14.30, un secondo convegno, organizzato con Alintec Scarl (Fondazione Politecnico) porta il titolo “CENCE Cooperation Workshop Lombardy Agroenergy cluster – Why not?”: in questo caso verrà presentato il progetto CENCE, per un cluster lombardo delle agroenergie in un’ottica di sviluppo internazionale.
L’occasione servirà per promuovere il settore ortofrutticolo lombardo, e in generale per partecipare al dibattito sull’innovazione agromeccanica e sui temi futuri del 2008: agroenergie, risorse idriche, pomodoro da industria, OGM, IV gamma…

La filiera vegetale lombarda, ogni anno, acquista terreno: innanzitutto grazie ai prodotti di quarta gamma, di cui la Lombardia è principale produttore (50% del totale nazionale nasce qui): i “freschi pronti all’uso”, grazie a praticità e qualità, conquistano le preferenze dei consumatori e mostrano tassi di crescita nei consumi a due cifre.

Inoltre universalmente e storicamente riconosciuta è la qualità di alcuni prodotti ortofrutticoli propri della Lombardia: a partire dalle tipiche Pere Mantovane IGP e Mela di Valtellina IGP, fino alle tradizionali Zucche e Meloni della bassa padana, Cipolla di Sermide, asparagi di Cilavegna (Lomellina) e quelli di Mezzago (provincia di Milano).
Infine un altro primato della filiera è detenuto dalle aziende produttrici di Pomodoro da Industria, che, numerosissime nella provincia di Cremona, sono passate dai 4.200 ettari di superficie coltivata del 2000 ai 5.700 del 2007, con punte di oltre i 7.900 ettari nel 2005.

· 22 Febbraio 2008, ore 9,30
Sala Ricerca e Sviluppo
“Valorizzazione della pollina ai fini energetici ed ambientali”
· 22 Febbraio 2008, ore 14.30
Sala Amati
“CENCE cooperation workshop Lombardy agroenergy cluster – why not?”

Weblink: www.cremonafiere.it