Vola la crescita del vino italiano negli Stati Uniti

E' continuata a novembre, anche se a un ritmo più ridotto, l'espansione delle importazioni negli Usa di vini italiani che, secondo quanto reso oggi noto dall' Italian Wine & Food Institute (Iwfi), hanno fatto registrare, nei primi undici mesi dell'anno, un incremento del 10,5% in quantità e del 13,5% in valore. Un notevole incremento hanno fatto registrare, nello stesso periodo, anche le importazioni Usa di vini australiani, che è stato del 12,0% in quantità e del 4,4% in valore.
Complessivamente le importazioni Usa di vini italiani nel periodo gennaio-novembre 2005 sono ammontate a 1.823.200 ettolitri per un importo di 882 milioni di dollari, contro 1.649.280 ettolitri e 777,12 milioni di dollari nel corrispondente periodo del 2004; quelle dall'Australia a 1.798.760 ettolitri per 644,45 milioni di dollari contro 1.606.060 ettolitri e 617 milioni di dollari; quelle dalla Francia a 704.710 ettolitri per 552,15 milioni di dollari contro 691.350 ettolitri e 540 milioni di dollari e quelle dal Cile a 506.660 ettolitri per 144 milioni di dollari contro 473.270 ettolitri e 131,17 milioni di dollari.
Le importazioni totali Usa sono ammontate, nello stesso periodo, a 5.883.620 ettolitri e 2,68 miliardi di dollari, contro 5.233.710 ettolitri e 2,42 miliardi di dollari del corrispondente periodo del 2004, con un incremento del 12,4% in quantità e del 10,6% in valore.

Ansanews