“A tavola fra cultura e storia”: martedì letterario a Sanremo”

Ritorna il Martedì Letterario sanremese. In questa XIV edizione di "A tavola fra cultura e storia" si tratterà il tema "Sulle tracce della grande storia".
L'evento, in collaborazione con l’Associazione Culturale Ca dj’Amis – I Ristoranti della Tavolozza, si terrà il
7 febbraio 2006 alle 16.30 presso il Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo.
Argomento di grande interesse rappresenta la recensione del libro
“Di viole e liquirizia” di Nico Orengo (Einaudi, 2005).
Ambientato nelle Langhe, il romanzo ha come protagonista un sommelier francese che scopre le Langhe e i suoi vini e se ne innamora, ignaro risolutore di una dolorosa storia familiare attraverso un incontro, tra gli altri, che cambierà la sua vita e quella di una giovane enotecaria.
“In questa storia delicata e struggente, lo scrittore racconta le ferite che la vita incide negli animi e nei luoghi, l’eco del passato che rimbalza in un futuro sconosciuto, la difficile arte di non perdersi mai completamente.”
Un libro che affascina e che fa discutere, soprattutto attraverso la figura del taxista, che rimpiange il passato perché non si ritrova più in una terra che ha subìto molte trasformazioni.
L’autore evoca un recente passato che appare già lontano, anche a causa di una eccezionale crescita economica che ha portato le Langhe dalla “malora” all’attuale benessere e all’affermazione dei vini di queste colline in tutto il mondo.
Un passato contadino fortemente idealizzato che sta cercando di mediare tra il benessere improvviso e il ritorno all’anima.
Intervengono insieme all’autore Nico Orengo, Lorenzo Mondo, giornalista e tra i massimi studiosi di Beppe Fenoglio; Luigi Cabutto, Presidente dell’Enoteca Regionale del Barolo, l’Ente che rappresenta gli undici comuni del comprensorio del Barolo, e quindi osservatore privilegiato dell’evoluzione di questo territorio; Claudia Ferraresi, Presidente dell’Associazione Culturale Ca dj’Amis di La Morra e promotrice di eventi culturali nel segno della terra intesa come radice forte dell’uomo.
Introduce Ito Ruscigni, direttore ufficio stampa pubblicità e cultura del Casinò.
Intrattenimento musicale del fisarmonicista Maestro Gianni Martini.
Segue alle ore 20.30 presso il Ristorante Biribissi del Casinò una cena di gala ad inviti: “Sulle tracce della Grande Storia” ispirata alla migliore tradizione dell’enogastronomia di Langa, in collaborazione con l’Enoteca Regionale del Barolo, Rocche Costamagna Az. Agricola, Cantina Terre del Barolo.
Alcuni prestigiosi ristoratori del sodalizio de I Ristoranti della Tavolozza realizzeranno un menù storico in collaborazione con la brigata di cucina e di sala del Casinò.
Il menù prevede alcune curiose portate, già in auge nei menu classici dell’Ottocento, come la “dariole” di erbette con fonduta di Raschera d’alpeggio DOP e gli sfiziosi “agnellotti” alla borghese con sugo d’arrosto.

Comunicato stampa
Piera Genta