“SMAU Berlino” 1° Edizione

Giovedì, 12 e Venerdì, 13 Marzo 2015: due giorni per presentare l'innovazione "Made in Italy" dei territori sulla scena internazionale berlinese.

Per due giorni si accendono i riflettori sul mondo dell’innovazione “Made in Italy” attraverso 50 startup Italiane, 4 speed pitching, oltre 25 speaker internazionali che si confronteranno in 4 tavole rotonde ed eventi di networking

Si è aperta "Smau Berlino", la prima edizione dell’appuntamento internazionale volto a presentare le eccellenze innovative Made in Italy che, fino a domani a Palazzo Italia porterà sulla scena internazionale 50 startup provenienti da tutta Italia e accenderà il confronto sulle diverse opportunità offerte dagli ecosistemi Italiano e tedesco al mondo delle startup, attraverso 4 tavole rotonde in cui si confronteranno oltre 25 speaker internazionali: rappresentanti dei governi regionali, istituzioni, venture capital, business angels, avvocati, incubatori e acceleratori di innovazione e startup con sede a Berlino.

“L’Italia, è composta per oltre il 90% di Piccole e Medie Imprese, spesso aggregate in distretti territoriali – Afferma Pierantonio Macola, Amministratore Delegato di Smau – il risultato di questo scenario è che ogni Regione d’Italia ha delle specificità sia in termini di Ricerca che in termini di settore industriale. Se parliamo di ricerca e innovazione non c’è un’unica Italia, c’è invece un articolata offerta spara su tutto il territorio nazionale che, fino ad oggi, ha lavorato in maniera isolata producendo risultati eccezionali: in altre parole i luoghi in cui quell’innovazione veniva utilizzata erano i medesimi, era come un mercato chiuso, ma molto efficace. Oggi cambia tutto perché i processi di innovazione dei nostri sistemi economici vedono nuovi protagonisti, come le startup e nuove metodologie, come l’Open Innovation. Smau è diventato di conseguenza un Tour Operator dell’Innovazione: il nostro compito è facilitare l’incontro tra la domanda l’offerta di innovazione, oggi anche a livello internazionale. Abbiamo scelto Berlino per la nostra prima uscita dall’Italia perché vogliamo costruire nuove relazioni, lo vogliamo fare attraverso le startup e lo vogliamo fare a casa della comunità più dinamica d’Europa.”

L’evento inaugurale di Smau Berlino che si è tenuto oggi alle ore 10.30 ha riunito i rappresentanti dei governi regionali italiani e tedeschi si confronteranno sul tema degli investimenti europei per la valorizzazione dei territori, sui più innovativi settori produttivi regionali e sulle relative strategie di internazionalizzazione messe in atto dalle Regioni a supporto delle proprie imprese, startup e spin-off attraverso la creazione di occasioni di business networking. Tra i partecipanti: Pierantonio Macola, Amministratore Delgato di Smau, Marco Bicocchi Pichi – Executive Board Member di Italia Startup, Mattia Corbetta – Segretario Tecnico del Ministero dello Sviluppo Economico, Leda Bologni, Manager di Aster, Regione Emilia-Romagna, Angelita Luciani, manager della Ricerca industriale, innovazione e trasferimento tecnologico della Regione Toscana, Giuseppe Russo, Manager di Regione Campania.

Dopo le parole di Pierantonio Macola, è intervenuto Marco Bicocchi Pichi, il quale ha affermato: "I valori su cui si fonda l'Unione europea, come luogo di libera circolazione delle persone, delle idee e dei capitali, sono di fondamentale importanza per gli imprenditori e le aziende startup europee. Solo considerando l'Europa come il proprio mercato nazionale questi soggetti possono competere e costruire imprese con un'ambizione globale e di prospettiva. L’insieme di due fattori – dimensione e diversità – del mercato comunitario è una benedizione per lo sviluppo di aziende globali ".

A queste parole si aggiungono quelle di Mattia Corbetta: Negli ultimi tre anni l’Italia ha fatto grandi passi avanti, diventando un luogo più “amichevole” per i business “hi tech”. Le startup innovative hanno scalato l’agenda nazionale dello sviluppo eeconomico e ora sono considerate un fattore chiave per la competitività, la creazione di posti di lavoro e la crescita. Una regolamentazione senza precedenti sull’equity crowdfounding, robusti incentivi fiscali sugli investimenti seed ed early- stage, garanzie pubbliche solide e prestiti bancari nonchè una Startup Visa Policy finalizzata ad attrarre talenti innovativi a livello globale e una procedura semplificata che consente l’apertura di startup hi-tech on line gratis sono solo alcuni esempi della strategia italiana su cui abbiamo lavorato dalla fine del 2012. Più di 3.500 start-up ad alta tecnologia sono state create finora grazie a questa riforma. L'evento di oggi rappresenta una straordinaria opportunità di informare i nostri partner tedeschi che il nostro ecosistema è vivace e desideroso di collaborare ".

Successivamente la discussione ha affrontato il tema delle strategie reegionali a supporto della creazione e sviluppo delle startup. A questo proposito Leda Bolognini afferma: “Dopo 5 anni di collaborazione con SMAU e dopo aver organizzato insieme il road show in Italia, ASTER, il Consorzio regionale per l’innovazione, ha scelto di portare l’innovazione dell’Emilia-Romagna anche oltre i confini italiani e di presentare a Berlino due delle principali iniziative del 2015: Research 2 Business, il Salone internazionale dell’innovazione in programma a Bologna il 4 e 5 giugno prossimi, che quest’anno compie 10 anni, è stata una delle prime fiere dedicate all’innovazione in Italia e rappresenta il luogo in cui si incontrano le start up, i centri di ricerca, le istituzioni nazionali e locali, le imprese e dove si affrontano i temi al centro delle politiche di ricerca industriale del paese. La seconda iniziativa, sempre di rilevanza internazionale è il World Food Research and innovation Forum, il programma strategico dell’Emilia-Romagna a Expo 2015, che si terrà nelle giornate del 22 e 23 settembre a Milano ma che sarà anche una piattaforma mondiale permanente di confronto e discussione sui temi dell’alimentazione, la sostenibilità e la sicurezza delle produzioni agroalimentari”.

Angelita Luciani ha poi continuato: “Le startup sono attori cruciali per fare incontrare il mondo della ricerca con il sistema produttivo. La Regione Toscana supporta le startup insieme alle realtà più dinamiche del nostro territorio con un pacchetto integrato di interventi. Lo scopo è migliorare la competitività della nostra Regione ed essere più attraenti sui mercati internazionali. Essere presenti oggi a Smau Berlino rappresenta un’occasione preziosa di incontro fra le nostre realtà più promettenti con quelle di alter regioni europee.”

Giuseppe Russo ha poi sottolineato come” Grazie all’attività svolta in questi anni dalla Regione Campania e dalla piattaforma Campania in Hub stiamo realizzando sinergie tra gli attori territoriali e mettendo a sistema i protagonisti del mondo della ricerca, dell’innovazione e dell’impresa. Abbiamo così contribuito a far emergere i numerosi talenti che meritano di essere valorizzati e conosciuti anche oltre confine. Con Smau si avvia anche un processo di promozione internazionale del sistema della ricerca regionale sia attraverso il ruolo di Sviluppo Campania sia con l’attuazione del bando per la creazione delle “Reti lunghe per la ricerca e l’innovazione. A Smau Berlino abbiamo inviato una selezione delle migliori eccellenze in tema di innovazione digitale proprio per accendere i riflettori, a livello internazionale, sulla capacità di fare impresa, sulla creatività e sul talento che contraddistingue la nostra Regione e la capacità della nostra impresa creativa di posizionarsi su nuovi mercati”

Successivamente la giornata proseguirà con un programma di tavole rotonde, speed pitching e momenti di networking one to one per favorire l’incontro tra startup, imprese innovative, investitori e imprenditori internazionali.

Smau Berlino sarà anche l’occasione per presentare la Call for Ideas 2015 di TIM #WCAP Accelerator, il programma di open innovation di Telecom Italia che mira a selezionare 40 progetti relativi a vari settori dell’economia digitale che riceveranno un “grant d’impresa” del valore di 25.000 euro e l’accesso al programma di accelerazione della durata di 4 mesi in uno dei quattro acceleratori TIM #Wcap (Milano, Bologna, Roma, Catania), La Call for Ideas di TIM #WCAP Accelerator sarà presentata da Anna Testa, responsabile TIM #WCAP Accelerator di Milano, durante la tavola rotonda “Investing in startups in Italy with an European perspective”, in programma alle ore 13.30.

La prima giornata si concluderà con l’evento di Digitaly, la prima tech community di italiani abitanti a Berlino, focalizzato sulle strategie di marketing online in grado di far crescere rapidamente i business digitali e, a seguire con il networking party che coinvolgerà startup presenti, relatori, investitori e la community di italiani a Berlino.

Smau Berlino chiuderà domani con lo Startup Award, il premio dedicato alle più innovative startup presenti in fiera.