Si può ordinare on line il gelato vegano

Squp: vegano, gustoso e salutare: perché il gelato di questa startup è diverso dagli altri

Marcel Proust definì il gelato come una pittoresca geografia che prima si ammira e poi si converte in un monumento di lampone e vaniglia. Una metafora che prende forma e gusto sia in inverno che in estate, rubando i cuori di chiunque gli si avvicini. Ed è su questa filosofia che Squp ha creato un gelato confezionato plant-based innovativo, con una netta riduzione di zuccheri, calorie, e naturalmente privo di glutine e lattosio, per soddisfare la voglia di dolce senza andare a intaccare uno stile di vita sano.

L’obiettivo di Squp? Celebrare l’inclusività

Squp nasce nel 2020 come startup innovativa nel settore food-tech (nell’area food-science) con un obiettivo ben preciso: creare un prodotto in grado di generare un impatto positivo nella vita delle persone, celebrando l’inclusività e che soddisfi, mantenendo intatte le caratteristiche di un alimento così importante e di tradizione come il gelato, le esigenze odierne. Da chi conduce uno stile di vita sano a chi, per necessità, non può consumare glutine o lattosio, passando da chi al gelato non ha mai rinunciato. Nasce così l’innovativo gelato free-from, senza glutine e senza latte, di origini romane di Squp.

Un gelato confezionato a oggi in tre gusti differenti (nocciola, pistacchio e cioccolato) pronto ad ampliare la gamma, vegano e con una percentuale nettamente inferiore di zuccheri e calorie rispetto ai prodotti in commercio. Così che conserva la cremosità e le note di un gelato buono e gustoso.

“Realizzato con una particolare attenzione alle persone e all’ambiente”

“La nostra missione è quella di generare un impatto positivo nella vita delle persone attraverso il potere del gelato”, affermano i cofondatori Emanuele Bianconi e Samuel Lonero. “Per raggiungere questo obiettivo, la nostra idea di business si basa sulla creazione di un prodotto innovativo, buono, funzionale ed accessibile. Realizzato con una particolare attenzione alle persone e all’ambiente. Per questi motivi, il gelato è stato realizzato con ingredienti ricercati che conferiscono al prodotto gusto e cremosità. Vogliamo portare la nostra azienda sempre più lontano tenendo la vision scritta a penna e il business plan a matita”.

Il gelato plant-based Squp viene interamente realizzato con ingredienti di origine vegetale e con materie prime attentamente ricercate, con anni di ricerca e sviluppo alle spalle. Verrà presto presentato un nuovo cacao proveniente da Santo Domingo; quello attuale viene invece dal Perù. Il pistacchio impiegato e ricercato dopo numerosi test proviene, invece, dal medio-oriente. Mentre, per quanto riguarda la nocciola, il marchio sceglie il nostro paese, l’Italia.

Il gelato viene, infine, confezionato all’interno di barattoli realizzati con materiale riciclabile con certificazione Fsc (garanzia che i prodotti provengano da foreste gestite in maniera responsabile, garantendo così benefici ambientali, sociali ed economici) e TÜV Austria, una scelta che dimostra l’impegno di questa nuova realtà nella gestione delle risorse utili per limitare l’impatto ambientale.

Fonte: Forbes.it