Occhio al marchio ''QuiPizza''

La Mozzarella di Bufala Campana è la protagonista indiscussa delle mozzarelle in quanto l’unica Dop e da oggi la nuova frontiera del gusto della pizza è proprio “Quipizza”!
Il Consorzio Tutela al fine di incentivare l’utilizzo della Mozzarella di Bufala Campana Dop nelle pizzerie, ha individuato il marchio “Quipizza”, un brand promozionale registrato dal Consorzio Tutela che conta oggi circa cento pizzerie aderenti.
“Questa iniziativa, che sta riscuotendo ampi consensi, sancisce l’inizio di una nuova era e di una nuova conquista del gusto” ha dichiarato Vincenzo Oliviero – Direttore del Consorzio Tutela,
“ovvero il mercato e il cliente hanno acquisito la consapevolezza che il gusto della genuinità non è necessariamente da rintracciare nei piatti elaborati e nei cibi esotici, ma negli alimenti semplici, quali acqua, farina, pomodoro e mozzarella di Bufala Campana”.
Garantita sarà anche la pizza, in attesa del marchio Stg (Specialità Tradizionale Garantita), che dovrà rispondere ad una serie di requisiti per potersi fregiare del marchio Quipizza.
Potranno aderire all’iniziativa solo le pizzerie che oltre a doversi rifornire di Mozzarella di Bufala Campana direttamente da un caseificio certificato Dop, dovranno essere dotate di forno a legna e in grado di garantire una lavorazione artigianale della pizza.
“Più che un traguardo” – ha aggiunto il direttore del Consorzio Oliviero – “è una sfida, l’inizio di un percorso che speriamo porti a ritrovare nelle origini il gusto vero della Mozzarella di Bufala e della vecchia, cara, inimitabile e unica pizza” .
E' da precisare che sul mercato coesistono diversi tipi di mozzarella e quella tutelata dal marchio europeo deve avere ben evidente sulla confezione il marchio Dop.
Altre mozzarelle possiedono semplicemente l'attestazione di specificità (AS).
Per questa ragione il consumatore deve abituarsi allora a distinguere tra il prodotto DOP, "Mozzarella di bufala campana" e il prodotto che si avvale della AS e che può essere ottenuto nella stessa Campania come in Lombardia od in Francia.
Occorre leggere sempre attentamente le etichette per sapere che cosa si acquista!
Cesare Tibaldeschi