Nasce Agri-food, la piattaforma per l’innovazione agroalimentare europea

A Firenze il 6 (dalle ore 14,00) e 7 dicembre 2016

L'evento pubblico per la presentazione del programma europeo per il coordinamento della ricerca sull'agricoltura e l'alimentazione delle regioni europee, che vede come capofila la Toscana

L'innovazione e le nuove tecnologie sono sempre più presenti nel comparto agricolo e agroalimentare. E la Toscana diventa la Regione di punta nel settore, candidandosi a guidare la nuova rivoluzione verde.

Un quadro su quelle che saranno le nuove opportunità, nate anche dal lavoro svolto dalla Regione in ambito europeo, sarà fatto a Firenze il 6 e 7 dicembre 2016 in un evento pubblico per il lancio della piattaforma Agri-food messo a punto nel progetto Smart specialisation strategy.

L'evento è organizzato dalla Commissione europea e dalla Regione Toscana e si terrà al Palazzo dei Congressi, in piazza Adua.

Smart specialisation strategy è un programma europeo nato per coordinare i piani di innovazione e ricerca concepiti a livello regionale, ma messi a sistema a livello nazionale e comunitario, per evitare la frammentazione dei progetti di ricerca e sviluppare strategie regionali che valorizzino le produzioni di eccellenza del territorio.

Le regioni di tutti gli stati membri dell'Unione europea sono chiamate a redigere un loro documento che delinei il proprio progetto per la Smart specialisation strategy, in modo da poterle poi coordinare a livello nazionale sfruttando al meglio le possibilità di finanziamento e di cooperazione.

E tra le varie tematiche prioritarie più ricorrenti, venute fuori dai programmi regionali, l'agroalimentare è risultata tra quelle più rilevanti. Di qui la piattaforma tematica Agri-food.

La Regione Toscana ha investito molto sulla cooperazione interregionale nell'ambito dell'innovazione agroalimentare, costituendo nel 2012 una rete di regioni chiamata Eriaff (European regions for innovation in agricolture, food and forest – Regioni europee per l'innovazione in agricoltura, alimentazione e foreste), che conta oggi 67 partecipanti e di cui la Toscana è la Regione capofila.

Ma non è tutto. Regione Toscana e Regione Andalusia hanno promosso due sottotematiche che saranno oggetto di approfondimento durante l'evento di Firenze: l'uso dei Big data (l'enorme massa di informazioni provenienti da internet) e la tracciabilità degli alimenti, che sarà curato dall'Andalusia e l'agricoltura di precisione, che sarà di competenza della Toscana.

Nella sessione di apertura, a partire dalle ore 14, interverranno il commissario Ue per l'Agricoltura Phil Hogan – in video conferenza, l'assessore all'Agricoltura della Regione Toscana Marco Remaschi, il vice ministro dell'Agricoltura della Regione Andalusia Ricardo Domìnguez Garcia-Baquero, e il direttore per la crescita intelligente e sostenibile della direzione generale per le Politiche regionali della Commissione europea Rudolf Niessler.

Nel corso dei due giorni è attesa a Firenze una platea di oltre 150 partecipanti con una importante presenza da parte della Commissione europea.

Fonte: Regione Toscana