L’Ue contro l’allevamento in batteria delle galline ovaiole

Qualsiasi tentativo di eludere il divieto Ue sulle gabbie di batteria per le galline ovaiole, che avrà effetto nel gennaio 2012, sarà contrastato.
Lo dice una risoluzione del Parlamento europeo con la quale si intende salvaguardare il benessere degli animali e contrastare la concorrenza sleale dei produttori che continuano ad utilizzare questi metodi.
I deputati hanno chiesto agli Stati membri di adottare piani di azione nazionali con sanzioni dissuasive al fine di far rispettare le norme.