L’Italia recepisce 32 direttive dell’UE

L'Assemblea del Senato, nella seduta del 13 aprile 2005, ha approvato in via definitiva con 169 voti, 2 contrari e 17 astenuti
il disegno di legge "Disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alla Comunità europea".
Il provvedimento, con la quale l'Italia adempie annualmente agli obblighi imposti dalla partecipazione all'Unione europea, recepisce 32 direttive della Comunità Europea.
Le misure contenute nella legge comunitaria 2004 spaziano dai prodotti cosmetici alle restrizioni in materia di immissione sul mercato e di uso di talune sostanze e preparati pericolosi; dagli alimenti a base di cereali destinati ai lattanti e ai bambini, alle misure di protezione contro l'introduzione nella Comunità di organismi nocivi, ai vegetali o ai prodotti vegetali; dalle emissioni di gas di scarico dei veicoli commerciali al trasporto di merci pericolose per ferrovia; dalla protezione degli animali utilizzati a fini sperimentali o ad altri fini scientifici, all'etichettatura indicante il consumo d'energia dei frigoriferi elettrodomestici e dei congelatori elettrodomestici e delle relative combinazioni; dalla razionalizzazione della finanza pubblica alla sicurezza sul lavoro.
La norma più rilevante contenuta nella legge comunitaria 2004 riguarda la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (Consob), alla quale vengono attribuiti più poteri e la capacità di irrogare sanzioni penali e amministrativi per gli abusi.
Viene inoltre recepita la disciplina comunitaria sul ''market abuse'', operando un primo intervento in risposta ai crack finanziari che hanno colpito il mercato italiano e in particolare i risparmiatori.

Fonte: Governo italiano