''La parola ai giovani'': l'UE proclama la loro settimana

I giovani prendono la parola nella "Settimana europea dei giovani" dal 5 all'11 dicembre 2005.
I giovani sono la forza motrice dell’Europa e la seconda edizione della Settimana Europea dei Giovani, darà loro la reale possibilità di costruire la propria Europa e il proprio futuro. Esplorare e discutere, partecipare e contribuire all’Europa: questi sono i messaggi che il Commissario Figel’ desidera siano recepiti dai giovani durante questo evento. L'edizione 2005 della Settimana Europea dei Giovani offrirà loro una buona base di partenza per costruire lo sviluppo dell’Europa e contribuire all’attuazione del Piano D della Commissione, incentrato su democrazia, dialogo e dibattito. Durante la settimana, l’Ue coinvolgerà 200 giovani, invitati a Bruxelles da tutta Europa, a partecipare ad una conferenza incentrata sullo sviluppo di politiche, dal titolo “I giovani prendono la parola”. Tre i temi fondamentali al centro del dibattito: il coinvolgimento dei giovani nel progetto europeo, la lotta alla disoccupazione e all’esclusione sociale e la promozione della partecipazione attiva. Oltre alla conferenza di Bruxelles, le Agenzie Nazionali Gioventù e le reti Eurodesk prevedono di organizzare molteplici manifestazioni in tutta Europa a livello nazionale, regionale e locale per mettere in rilievo i risultati del programma Gioventù attraverso concerti, campagne, workshop e dibattiti. Ogni Paese contribuisce così all’obiettivo globale della settimana, dando ai giovani la possibilità di partecipare e far sentire la propria voce. Tra gli eventi in programma, la Cerimonia per la consegna dei Premi Gioventù assegnati ai migliori esempi di progetti realizzati dai giovani e sostenuti dal programma comunitario Gioventù. Tale programma consente ai giovani di partecipare a scambi, attività di volontariato e iniziative locali in tutta l’Unione e non solo. Saranno premiati i progetti che meglio avranno conseguito gli obiettivi previsti dal programma Gioventù, ossia sviluppare le competenze e le capacità dei giovani, far scoprire loro altre culture, rafforzare il concetto e il senso di appartenenza all’Europa, in particolare rendendo partecipi i giovani con minori opportunità e meno coinvolti. I vincitori, che saranno annunciati in occasione della cerimonia di apertura della settimana, prevista il 5 dicembre presso la sala stampa della Commissione, saranno prescelti nell’ambito di cinque diverse categorie. Chiunque può partecipare alla Settimana Europea dei Giovani 2005. Il Portale europeo per i giovani ( http://europa.Eu.int/youth/index_it.html ) fornisce informazioni in merito: spiega ai giovani come partecipare attivamente e come farsi sentire e consente loro di entrare in contatto per scambiarsi informazioni e idee. In Italia si realizzeranno eventi a livello locale e nazionale. E’ previsto a Roma, dal 12 al 13 dicembre 2005, un incontro conclusivo della Settimana Europea dei Giovani, organizzato dall’Agenzia Nazionale Italiana Gioventù del Minisero del Lavoro e delle Politiche Sociali in collaborazione con Eurodesk Italy. La manifestazione si rivolge ai giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni che hanno partecipato a progetti realizzati nell’ambito del programma Gioventù e che sono tuttora coinvolti in attività in favore dei giovani e agli operatori che lavorano direttamente con i giovani. La scadenza per le domande di partecipazione è il 30 novembre 2005. Tutte le informazioni sui temi della manifestazione e sul calendario degli eventi locali sono disponibili sul sito ufficiale della Settima Europea dei Giovani in Italia: www.Youthinaction.it Informazioni presso l’Agenzia Nazionale Italiana Gioventù: Paola Trifoni tel. +39.06.3675.4433 – 4465, e-mail all’indirizzo: agenzia@gioventu.It oppure sul sito www.Youthinaction.it