In Olanda, diossina nel latte

BRUXELLES – Il ministro olandese dell'agricoltura Cess Veerma ha fatto chiudere altri 49 allevamenti, dopo che ieri aveva già deciso di isolarne 140, in seguito alla scoperta di una concentrazione eccessiva di diossina nel latte.
Secondo la Commissione europea il governo olandese si è comportato in modo efficiente.
"Siamo stati informati dal governo molto tempestivamente, l'Olanda ha messo sotto osservazione tutta la catena alimentare degli animali", ha detto la portavoce del commissario alla salute David Byrne, ricordando che l'elevata concentrazione di diossina sarebbe dovuta ad un residuo della lavorazione delle patate poi utilizzate per alimentare gli animali.
L'istituto olandese per la salute e l'ambiente ha già compiuto i primi test su bovini, suini e ovocaprini che hanno mangiato il cibo che sarebbe alla base dell'inquinamento.
Si attendono i relativi risultati degli esami.