Il colesterolo si misurerà anche dall'epidermide

Nuovo test per misurare il colesterolo, sulla pelle
Un test della pelle che permette di misurare quasi istantaneamente il tasso di colesterolo potrebbe essere altrettanto efficace delle procedure complesse e costose che vengono oggi eseguite per valutare questo parametro. Lo ha annunciato un gruppo di medici americani alla riunione della American College of Cardiology.
"Un semplice test in grado di misurare il tasso di colesterolo contenuto nell'epidermide può aiutare a individuare il rischio di malattie cardiovascolari anche in soggetti che non presentano sintomi", ha spiegato James Stein, della scuola di medcina dell'Università del Wisconsin.
I risultati offerti dal nuovo test sono incoraggianti. I ricercatori lo hanno infatti provato su un gruppo di 80 pazienti i cui livelli di colesterolo erano già stati verificati con le procedure tradizionali.
Non solo ma i ricercatori hanno poi comparato i risultati ottenuti dal test epidermico anche con quelli di esami doppler cui erano stati ugualmente sottoposti gli ottanta soggetti per valutare il loro grado di ostruzione delle arterie carotidi. I risultati di questa doppia comparazione sono stati "molto simili" ha detto Stein. "Misurare il tasso di colesterolo nell'epidermide offre un sistema sicuro ed efficacie e, soprattutto meno costoso, per individuare il rischio di una malattia cardiovascolare", ha spiegato Stein.
Colesterolo e Trigliceridi: cosa sono e che pericolo rappresentano per le persone:
Il colesterolo, i trigliceridi insieme ai fosfolipidi sono i grassi contenuti nel nostro organismo. I fosfolipidi sono i principali componenti delle membrane cellulari e delle guaine dei nervi.
I trigliceridi rappresentano la più grande riserva dei nostri lipidi e rappresentano quasi il 90% dei grassi ingeriti. Il colesterolo è componente essenziale delle membrane cellulari e della bile.

Origine dei grassi circolanti

La parte più importante dei grassi circolanti è prodotta dall’organismo stesso, mentre un’altra parte viene introdotta con la dieta. L’assorbimento dei lipidi alimentari avviene a livello dell’intestino tenue, per opera di alcuni sistemi enzimatici dopo un’emulsione con i sali biliari.
La sintesi interna dei lipidi avviene principalmente nel fegato. I trigliceridi vengono prodotti a partire dai glucidi (zuccheri), mentre il colesterolo viene sintetizzato dall’acetil-Co.A.

Trasporto dei lipidi nel sangue (VLDL,LDL e HDL)
Il colesterolo e i trigliceridi sono trasportati dal sangue sotto forma di lipoproteine. Le VLDL trasportano i trigliceridi mentre le LDL il colesterolo.
Il colesterolo VLDL e LDL viene definito il colesterolo "cattivo", mentre il colesterolo HDL viene chiamato colesterolo "buono", perché svolge un’importante funzione protettiva delle arterie.

Arteriosclerosi e Colesterolo

La quantità di colesterolo "cattivo" presente nel sangue non dovrebbe superare i 200 mg per 100 ml.
L’elevato livello di colesterolo è motivo di grande preoccupazione clinica, perché l’accumulo di questo lipide nelle arterie ne provoca il progressivo ispessimento, facendone perdere elasticità e tono.
A livello cardiaco aumentano notevolmente i rischi di infarto e agina. Nel sistema nervoso centrale si possono avere ictus. Circa la metà dei decessi nei paesi occidentali sono riconducibili a tali cause.

Strategie terapeutiche: dieta, terapia farmacologia e Stile di vita:

Tenere nei limiti fattori aggravanti quali: diabete, ipertiroidismo, consumo alcolici. Per ridurre i fattori di rischio si deve tenere sotto controllo: l’ipertensione, la glicemia, si deve smettere di fumare e fare una regolare attività fisica.

La dieta
La prima cosa da fare, nel trattamento dei livelli elevati di colesterolo, è di seguire una dieta che ne diminuisca il più possibile il livello nel sangue. La dieta dovrà essere povera di grassi animali e relativamente ricca di acidi grassi polinsaturi, perché essi tendono a diminuire i livelli di colesterolo.

Schema dietetico:

Alimenti permessi:
Oli vegetali (mais, arachidi e oliva).
Pane, pasta e riso, possibilmente integrali.
Frutta.
Pesce di mare (non di allevamento), carni bianche (pollo, tacchino, coniglio).
Ricotta, yogurt, latte scremato.

Alimenti vietati:
Grassi animali (burro, strutto, pancetta).
Panna.
Uova, soprattutto il tuorlo.
Dolci, biscotti.
Carne di maiale, salumi e insaccati, cervello, frattaglie.
Formaggi, latte intero e derivati.