I francesi hanno votato ''No''

"La Francia s'è espressa democraticamente – è il commento, a caldo, del presidente della Repubblica Jacques Chirac -. Avete respinto a maggioranza la Costituzione europea. E' la vostra decisione sovrana e ne prendo atto. I nostri interessi e le nostre ambizioni, comunque, sono profondamente legati all'Europa"."La Francia, Paese fondatore dell'Unione europea, resta naturalmente nell'Unione. E tengo a dire ai nostri partner europei e a tutti i popoli dell'Europa che la Francia continuerà a svolgere il suo ruolo in Europa nel rispetto dei suoi impegni. Sarò vigilante su questo"."I processi di ratifica sono in corso nei Paesi dell'Unione: 9 si sono già pronunciati per il sì. I nostri altri partner si esprimeranno sul fatto se l'Unione europea continuerà a funzionare sulla base dei trattati attuali"."Abbiamo davanti a noi scadenze importanti: il 16 giugno il Consiglio europeo si riunirà a Bruxelles. Difenderò, in quell'occasione, le posizioni del nostro Paese, tenendo conto del messaggio delle francesi e dei francesi"."La decisione della Francia crea però un contesto difficile per la difesa dei nostri interessi in Europa: dobbiamo far fronte a questo riunendoci intorno all'esigenza dell'interesse nazionale"."Cari comaptrioti, avete espresso anche le vostre inquietudini e le vostre attese. Intendo rispondere dando un impulso nuovo e forte all'attività di governo. Vi comunicherò le mie decisioni concernenti il Governo e le priorità della sua azione".

Euronews.net

Mercoledì 1° giugno, in Olanda si terrà il referendum consultivo sull'adozione del Trattato europeo.