Gli chef lomellini discepoli della cucina internazionale

Nell’elegante sede dell’Hotel President Terme di Salice Terme (PV) si è svolta l’investitura dei Discepoli di Escoffier, il grande cuoco della Belle Epoque, codificatore della Grande Cucina Classica Internazionale.
A fare gli onori di casa il già discepolo Egidio Rossi, responsabile regionale dei Discepoli e Presidente dell’Unione Cuochi Italiani.
22 i premiati fra cui 3 ad honorem per l’Associazione Cuochi Pavia: Maria Vittoria Milanesi – Trattoria Bar dei Passeggeri della Sforzesca; Rachele Vecchi – ristorante “Da Pasquale” di Parasacco; Piera Spada – ristorante “Selvatico” di Rivanazzano; Giuseppe Braglia, chef, Consigliere Associazione Cuochi Pavia e Consigliere UCRLO; Franco Pisapia, chef del ristorante “ Vecchia Storia” di Ozzero; Raffaele Soldati, chef e proprietario della Locanda “Del Carmine” di Pavia; Massimiliano Sturini, chef e consigliere. Premiata ad honoris Maria Teresa Girardelli, Vice Preside dell’Alberghiero “Ciro Pollini” di Mortara, per l’impegno che costantemente dimostra grazie a manifestazioni e iniziative che mettono in risalto le qualità degli allievi.
Alto premio ad honoris per Alessandro Moro, proprietario dell’Hotel President.
Durante la serata sono stati premiati anche gli sponsors e la stessa scuola alberghiera di Mortara per aver rappresentato la Lombardia e la provincia di Pavia alle Olimpiadi di cucina di Erfurt (Germania) lo scorso ottobre.
Ecco l’elenco completo dei premiati: scuola alberghiera “Ciro Pollini” di Mortara; il forno “Le Specialità” di Parona Lomellina; l’azienda agricola “La Gallinella” di Vellezzo Lomellina diretta da Erminio Brustia; la salumeria “Italo Bertoni” di Vigevano; il consorzio “Salumi d’oca” di Mortara; il consorzio “Tutela Vini Oltrepò Pavese” di Broni.

Alfredo Zavanone