Faro

La Faro è una birra di tipo Lambic, cui viene aggiunto zucchero candito durante la fermentazione.
Relativamente acida, la birra Faro ha un colore spesso ambrato, in cui la dolcezza dello zucchero si contrappone all’acidità della fermentazione spontanea.
Alcuni componenti della Faro hanno subito una maturazione di più di 3 anni e sono all’origine del suo gusto caratteristicMalto, lievito, luppolo e acqua. Il tutto, all’interno di un processo rigorosamente spontaneo: la fermentazione. Vediamo in dettaglio gli ingredienti ed i passaggi che portano nel nostro bicchiere una buona birra.
I principali ingredienti della birra sono il malto, il lievito, il luppolo e l’acqua. Il tutto, all’interno di un processo rigorosamente spontaneo: la fermentazione.
Il malto è il prodotto della trasformazione di alcuni cereali. In genere è ottenuto dall’orzo, ma esistono anche malti di frumento, segale e avena. Per ottenere le caratteristiche desiderate, il produttore può miscelare anche otto o più diversi tipi di malto.
Il lievito, oltre a caratterizzare la birra in ogni suo aspetto, dalla spuma, agli aromi, alla ricchezza del corpo, è in grado di determinarne il tipo di fermentazione. A seconda del tipo di lievito usato, infatti, è possibile produrre birra secondo due metodi diversi. Il primo, il più antico dopo la fermentazione spontanea, è conosciuto come “alta fermentazione”, poiché durante il procedimento il lievito sale in alto, a galla nella vasca. Il secondo, perfezionato all’inizio del secolo scorso, è detto della “bassa fermentazione”, perché durante il processo il lievito si deposita sul fondo delle vasche.
Il luppolo è una pianta rampicante, ricca di fiori, i quali sono i veri responsabili del gusto amarognolo della birra. Esso ha diverse proprietà: chiarifica la birra, frena la riproduzione dei batteri conservandola meglio e migliora la stabilità della spuma. Al giorno d’oggi, però, viene usato ancora in fiore solo nelle lavorazioni artigianali; le industrie impiegano il concentrato di luppolo, più vantaggioso perché più facilmente conservabile e perché offre la possibilità di dosare in modo più omogeneo le sostanze attive in esso contenute.
Nella produzione di una buona birra l’acqua riveste un’importanza fondamentale. Non a caso le birre più famose del mondo devono la loro nascita e la loro fama alla speciale natura delle acque con cui vengono prodotte. E in passato le fabbriche di birra nascevano vicino alle sorgenti, perché la particolarità dell’acqua, data dalla percentuale di sali minerali contenuti che possono renderla leggera, media e dura, non era industrialmente riproducibile.