Crocette di fichi di Cosenza

Ingredienti: 1 Kg fichi secchi di Cosenza Dop, 100 grammi gherigli di noci, zucchero, vino passito, foglie di alloro.

Procedimento: schiaccia le noci, ricava almeno 80-100 grammi di gherigli, ma la quantità può variare a seconda dei gusti.
Lavora i fichi secchi con le dita per ammorbidirli un po’. Poggiali su un piano di lavoro e appiattiscili leggermente. Tagliali in due con un coltello affilato fino ad arrivare quasi al picciolo che però dovrà restare appiccicato. In questo modo il fico resterà unito. Apri i fichi a libro e ripeti l’operazione fino a quando li avrai aperti tutti.

Per formare le crocette serviranno quattro fichi: prendi due frutti aperti e incrociali, mettendo al centro la parte del picciolo centrale.
Appiattiscili un po’. Su ognuno dei quattro lati metti un gheriglio di noce (o anche metà, a seconda della dimensione del fico).
Chiudi le crocette coprendo con gli altri due fichi, in modo da creare un incrocio: per prima cosa chiudi il fico in basso, poi l’altro, in modo da formare appunto una croce.

Appiattisci le estremità leggermente con i polpastrelli e ripeti fino a creare tutte le crocette di fichi secchi. Sigilla le estremità in modo da farle combaciare al meglio prima di metterle in forno.
Metti della carta da forno sulla placca, adagia le crocette e spennella con il vino passito. Inforna a 160° per 15 minuti, poi togli la placca dal forno, immergi nello zucchero e rimetti in forno per altri 10 minuti.
Le crocette di fichi secchi si conservano in un luogo fresco, asciutto e lontano da fonti di calore. Possibilmente all’interno di una scatola di latta con delle foglie di alloro in modo da conservarle relativamente a lungo.