Cesena propone per il 4° anno il ''Cibo di strada''

Il cibo di strada merita un Festival internazionale, poiché è senza dubbio la più antica forma di ristorazione: affonda le sue radici nell’idea antichissima di città, attraverso cui si sviluppa tutta la cultura conseguente di chioschi e venditori ambulanti ai bordi delle strade e, in quanto prodotto della strada e del luogo, è un’autentica e genuina testimonianza di tradizione agroalimentare, grazie alla sua caratteristica di riflesso delle abitudini alimentari dei suoi acquirenti.
Dalle rive del Mediterraneo, il cibo di strada si estende così a tutti i luoghi in cui può svilupparsi, estendendosi a tutto il pianeta. Così, dall’America Latina all’Africa il cibo di strada è grande veicolo di socializzazione e di trasmissioni delle peculiarità tradizionali del luogo, divenendo nel tempo testimonianza storica e interessante oggetto di studio.
Proprio per la sua attualità, in un periodo storico di transizione come questo, Cesena e la Romagna (patria della piadina, uno dei più riusciti "modelli" di cibo di strada) hanno scelto di dedicare a questo particolare genere gastronomico il Festival Internazionale.
Un Festival arrivato alla sua terza edizione che, dopo il grande successo di due anni fa (oltre 50.000 presenze), si propone come momento di festa e di piacere, oltre che come occasione di incontro tra culture regionali e nazionali diverse.
Organizzato da Confesercenti Cesenate, Slow Food Condotta di Cesena e Conservatoire des Cuisines Méditerranéennes, il Festival Internazionale del Cibo di Strada si terrà quest'anno dal 6 all'8 ottobre; è un’idea di Leisure Lab ed è promosso dall’Amministrazione Provinciale di Forlì-Cesena, dal Comune di Cesena, e in collaborazione con la Camera di Commercio di Forlì – Cesena.
Per Info:
• Segreteria organizzativa: Tel. 0547.361728-361711
• Fax 0547.610606
•EMail:confesercenticesena@confesercenticesenate.com

Alessandro Tibaldeschi