Cartilagine umana stampata in 3D

Per la prima volta una cartilagine umana "viva" e' stata coltivata in laboratorio grazie a una stampante 3D. Il progetto dell'Universita' di Pittsburgh, negli Stati Uniti, e' stata presentata al meeting Experimental Biology 2014 di Dallas. La cartilagine stampata servira' a curare, ad esempio, i pazienti con osteoartrite. Nell'approccio scelto dai ricercatori statunitensi un film sottile di staminali viene "estruso" dalla stampante gia' racchiuso in un mezzo che fa sia da struttura portante che da fornitore dei fattori di crescita necessari alla coltivazione.
La bonta' del metodo, che non e' stato ancora testato sui pazienti, e' stata pero' provata realizzando una "cartilagine in un chip" di appena 4 millimetri per 6, contenente 96 "blocchetti" di cartilagine e utilizzabile per verificare come si sviluppa l'osteoartrite e testare nuovi farmaci.

(AGI)