Camerieri e baristi di nuovo sui banchi di scuola!

Dovranno tornare a scuola i baristi e camerieri lombardi. Infatti, la Giunta oggi ha stabilito come dovranno essere i corsi professionali che la legge regionale prevedeobbligatoriamente per chi esercita un attivita' di somministrazione di alimenti e bevande, come appunto camerieri e baristi.

I corsi, organizzati dalle associazioni di categoria e dalle camere di commercio, saranno di 120 ore: 40 dedicate a nozioni igienico-sanitarie, 40 alla legislazione su lavoro e commercio e 40 a prodotti alimentari particolari e alla loro distribuzione al pubblico, con un'attenzione particolare ai prodotti tipiciregionali e alla sicurezza alimentare.

Sulla lunghezza del corso, comunque, avra' degli 'sconti' chi gia' e' abilitato a vendere prodotti alimentari o comunque fa gia' il barman, il cameriere, o lavora in una mensa (in generale chi gia' sioccupa della somministrazione e della vendita, quindi, di cibo e bevande).
Per loro il corso durera' 30 ore, 15 sulla legislazione a tutela del consumatore e 15 sul tipo specifico di prodotto che trattano.E' invece del tutto esonerato chi possiede una laurea in medicina, veterinaria, farmacia, scienze dell'alimentazione, biologia, agraria o lauree brevi in questi settori, o ancora chi ha maturita', un diploma di istruzione triennale o ha frequentato un corso biennale rilasciato dalle Regioni sulla conservazione, la trasformazione, la manipolazione e la somministrazione di alimenti e bevande. Per iscriversi ai corsi bisogna essere maggiorenni e avere assolto l'obbligo scolastico.

Cesare Tibaldeschi