Borghi in festa la Notte di San Lorenzo

La notte di San Lorenzo in contemporanea nelle Citta' del Vino di tutta Italia, torna il tradizionale appuntamento estivo firmato Citta' del Vino e Movimento Turismo del Vino, dedicato all'arte, alla storia e alla natura in compagnia dell'eccellenza enogastronomica made in Italy Mare o montagna? Itinerario d'arte, tour enogastronomico, escursioni all'aperto o antiche tradizioni millenarie? Questi i 'piacevoli' dubbi dell'eno-appassionato in cerca della meta perfetta per trascorrere la magica notte di San Lorenzo sotto il cielo piu' stellato dell'anno. Il 10 agosto 2008 torna Calici di Stelle, il tradizionale appuntamento estivo firmato Citta' del Vino e Movimento Turismo del Vino, in contemporanea negli oltre 200 fra borghi, piazze, valli e castelli delle Citta' del Vino dalle Alpi al tacco d'Italia, scenari perfetti per un'intera notte dedicata all'arte, alla storia e alla natura in compagnia dell'eccellenza enogastronomica firmata made in Italy (info: www.cittadelvino.it; www.movimentoturismovino.it). Dal nord al sud del bel Paese le Citta' del Vino di tutta Italia presenteranno un'incredibile varieta' di eventi per l'edizione 2008 di Calici di Stelle: un'occasione imperdibile per l'eno-appassionato che, armato di cartina, potra' scegliere l'itinerario preferito a seconda dei suoi gusti e passioni.
Roma, la capitale delle Citta' del Vino – l'associazione dei Comuni a piu' alta vocazione vitivinicola d'Italia – ha riservato per l'occasione il Bioparco di Villa Borghese, una delle bellezze storiche e monumentali piu' famose al mondo, autentico 'scrigno' di arte e cultura. Il Lazio sara' la meta perfetta per un itinerario all'insegna delle antiche dimore nobiliari, dalle 'ville tuscolane' di Frascati, a Gennazzano, da Castiglione in Teverina e Piglio con i resti delle ville romane, fino alla Necropoli Etrusca Monumentale della Banditaccia a Cerveteri, 'citta' dei morti' costruita alla maniera delle 'citta' dei vivi'. In alternativa altra meta eccellente e' il Veneto con le oltre 4000 ville protagoniste della 'villeggiatura' della nobilta' veneziana del 1500 (da Annone Veneto ad Asolo, da Barbarano Vicentino a Cinto Euganeo, Conegliano, Lonigo, Monteforte d'Alpone, Peschiera del Garda, fino a Pramaggiore, San Pietro di Feletto, San Polo di Piave, Susegana e Vazzola). Castelli e fortificazioni apriranno le porte all'eno-appassionato che scegliera' di recarsi in Emilia Romagna – Brisighella, Castello di Serravalle, Coriano, Faenza, Imola, Sant'Arcangelo di Romagna, Castel San Giovanni, Castelvetro di Modena, Fontanelice, Monte San Pietro e Pianoro – o di visitare la miriade di antichi castelli che sorvegliano la Piana Rotaliana, 'il giardino vitato piu' bello d'Europa' (da Isera a Aldeno, Cembra e Mezzolombardo fino a Bolzano).
Alcuni dei terroir vitivinicoli piu' famosi, faranno da sfondo al brindisi in Piemonte – dal 'balcone sul Monferrato' di Albugnano, a Costigliole d'Asti, Cocconata, Ghemme, Guarene, Isola d'Asti, Roasio, Vezza d'Alba, Asti e Barolo con il suo splendido panorama sulle Langhe – e in Lombardia, con le Citta' del Vino dell'Oltrepo' Pavese e di Franciacorta (Cigognola, Montalto Pavese, Provaglio d'Iseo, Sondrio e Volta Mantovana).
L'eco dell'antico dominio longobardo condurra' l'eno-appassionato in Friuli Venezia Giulia ad Aquileia, Bertiolo, Buttrio, Casarsa della Delizia, Corno di Rosazzo, Duino Aurisina, Gorizia, Grado, Palmanova, Latisana, San Daniele del Friuli, Spilimbergo e Trivignano Udinese.
Itinerario 'ad arte' in Umbria – con le opere di Benozzo Gozzoli a Montefalco e del Pinturicchio e Filippino Lippi a Spoleto, o in alternativa la visita alle Citta' del Vino di Bevagna, Castel Viscardo, Gualdo Cattaneo e Torgiano – e in Puglia, 'tacco d'Italia' e regno del Barocco leccese (Sava, Novoli e Galatina). Per chi invece non vorra' rinunciare agli itinerari enogastronomici piu' frequentati d'Italia, la meta prediletta sara' la Toscana, con le Citta' del Vino del Chianti (Castellina)