'Antichi Sapori' a Guastalla

Guastalla torna capitale del suo piccolo stato, durante le celebrazioni per i 500 anni dalla nascita di Ferrante Gonzaga, e insieme alle città dei dintorni che hanno conosciuto i fasti gonzagheschi rinascimentali ne ricorda i banchetti.
Tra la provincia di Reggio e quella di Mantova, lungo le rive del Po, quindici selezionati ristoranti riportano in tavola le pietanze che hanno deliziato i palati dei Gonzaga e dei loro ospiti secoli fa. Piatti della tradizione, che ancora oggi in molti casi fanno parte della gastronomia tipica della zona, entrano a far parte del “menu gonzaghesco”.
Dai tortelli di zucca ai bolliti, dal risotto alla salsiccia alla selvaggina, dal pesce di fiume alle salse a base di lambrusco, dalla torta sbrisolona con mandorle e nocciole alla classica spongata alle spezie, si sperimenta un viaggio nel tempo in chiave culinaria. Il menu è proposto dai diversi ristoranti in modo personalizzato il sabato e la domenica, e va dai 20 ai 50 euro a persona, bevande escluse.
Partecipano all’iniziativa, in programma fino alla fine del 2007, la Trattoria Due Cavallini di Mantova; il Ristorante Dietro le Quinte di Sabbioneta (Mn); l’Agriturismo Corte Giardino di Luzzara (Re); a Guastalla(Re) l’Osteria La Fratellanza, il Ristorante L’Aragosta, l’Osteria Il Boss e la Bionda, il B&B l’Aurora; il Ristorante Corte Brandelli di Dosolo(Mn); il Ristorante Nubilaria e l’Enoteca Vecchio Borgo di Novellara(Re); a Gualtieri (Re) il Ristorante Ligabue, il Ristorante La Voglia e il Ristorante Bentivoglio; la Motonave Stradivari ormeggiata a Boretto (Re) e a Brescello (Re) l’Osteria La Golena. E per tutto il 2007 le pasticcerie e i forni di Guastalla producono l’esclusivo “Dolce del guerriero”, una delizia che ogni artigiano della dolcezza interpreta a modo suo. La ricetta è tratta da un antico libro di corte e la torta consente di realizzare un dolce ghiottissimo, farcito con confettura di pesche e decorato con una glassa di mandorle e amaretti, che veniva servito nelle occasioni importanti e che oggi si può ritrovare in vendita a Guastalla elegantemente confezionato in una raffinata scatola con l’effigie di Ferrante Gonzaga.

Per informazioni

Iat – Comune di Guastalla 0522.219812
e-mail iatguast@libero.it
sito web: www.guastallacultura.it

Ufficio stampa: Ella Studio di Carla Soffritti e C.