Allarme per il caramello

E' tossico?

I ricercatori dell’ISP, Istituto Scientifico della Sanità Pubblica Belga lanciano un allarme: il colorante del caramello è tossico.

Il caramello, dunque potrebbe essere nocivo per la nostra salute. Il caramello, ossia lo zucchero bruciato dall’accattivante colore ambrato che conferisce a dolci, bevande, birre, salse tanto altro ancora quel particolare sapore che ci piace tanto, contiene almeno quattro sostanze ritenute molto tossiche dai ricercatori.

Nel caramello, oltre allo zucchero che fuso con l’acqua già produce sostanze chimiche non molto salutari, entra il colorante E150a.

Ma questa ricetta base è modificata con l’aggiunta di ammoniaca E150b e solfiti E150c. La combinazione di tutti questi elementi crea almeno quattro sostanze tossiche: THI, che impedisce al sistema immunitario di funzionare correttamente; 5-HMF che è altamente tossica; 2-MEI e 4MEI che sono sostanze ritenute addirittura cancerogene.

Per il momento l’agenzia per la Sicurezza Alimentare Europea non intende approfondire con controlli più approfonditi perché “ha solo pochi dati relativi alle concentrazioni effettive delle sostanze nel prodotto alimentare finale neoformato. L’ISP inoltre ha segnalato che le concentrazioni delle sostanze sono solo controllate a livello della produzione del caramello”.

Una posizione a dire il vero poco comprensibile a giudicare dal fatto che alcune recenti indagini hanno evidenziato come molti prodotti in commercio, soprattutto quelli dedicati ai bambini, contengono fino a 5 grammi di colorante di caramello per chilo e che nelle caramelle, di colorante se ne trova una concentrazione pari a 300 grammi per chilo.

Poiché per un bambino di tre anni che pesa quindici la dose giornaliera di questo colorante non dovrebbe superare i 4,5 grammi, diventa indispensabile controllare minuziosamente le etichette dei prodotti – bibite, dolci, caramelle ecc. – che diamo ai nostri bambini per non mettere a serio rischio la loro salute.

Eleonora Gitto