A Firenze si tiene la ''Biennale Enogastronomica''

Dal 10 fino al 28 novembre 2016 si riunisce nel capoluogo toscano il mondo del food in un calendario fatto di gusto, arte, ricerca e sperimentazione.

La manifestazione è stata presentata a Roma il 3 novembre presso l’Ufficio della Delegazione della Regione Toscana.

Eugenio Giani, presidente del Consiglio Regionale della Toscana; Claudio Bianchi, vice presidente Camera di Commercio di Firenze; Nico Gronchi, presidente Confesercenti Toscana; Santino Cannamela, presidente Biennale Enogastronomica e Leonardo Romanelli, direttore artistico Biennale Enogastronomica, hanno alzato il sipario sul programma dell’edizione che sta per iniziare.

Un viaggio tra i saperi e i sapori più diversi, che porterà il pubblico alla scoperta di quanto più attuale il mondo dell’enogastronomia propone.

Dal Giappone del sake, al produttore a km zero, la Biennale si offre come vetrina privilegiata per raccontare come cambia il rapporto tra cibo e società, supportando e sostenendo costantemente tutte quelle iniziative che promuovono l’identità e la qualità dell’enogastronomia intesa come esperienza culturale di conoscenza.

Quasi 20 giorni che propongono oltre 25 eventi tematici e altrettanti appuntamenti nel ricco programma “Fuori Biennale” e che animano luoghi cittadini non sempre conosciuti, ma assolutamente pieni di fascino, a partire dalla location che ospiterà la “Casa della Biennale”: nello spirito di offrire al pubblico la possibilità di riappropriarsi spazi inediti e ancora chiusi, la manifestazione avrà il suo cuore nell’ex centro per l’arte contemporanea di Firenze EX3 (Viale Giannotti 81/83/85), un suggestivo spazio urbano recuperato e destinato a centro espositivo dove il Comune di Firenze nel prossimo 2017 allestirà il “Museo della Memoria”.

Sarà poi una vera invasione di gusto quella che la Biennale porterà in piazze, locali e spazi storici di Firenze: da piazza della Repubblica al Mercato Centrale, dal foyer dell’Opera di Firenze alla stazione di Santa Maria Novella.

E ancora, dal te al gin, dalla cioccolata alle bollicine, dai grandi vini al panettone e ancora pasta, riso, caffè, formaggi, carni, salumi, pane, pizza, olio, birra, e chi più ne ha più ne metta alla Biennale Enogastronomica di Firenze ci sarà da annusare, assaggiare, degustare, provare di tutto di più. Eventi “pop” si alterneranno ad appuntamenti “gourmet” e arriveranno a Firenze chef stellati da tutta Italia che saranno protagonisti di cooking show e degustazioni.

Arte, letteratura, convegni, appuntamenti tematici saranno il necessario corredo per l’evento che si preannuncia una sorta di stati generali dell’enogastronomia e di quanto si muove intorno a questo settore.

La Biennale si conferma così presidio per arti e sapori da tutelare ma anche osservatorio attento e curioso verso tutto ciò che nell’enogastronomia è futuro, offrendo al pubblico eventi culturali e ricchi di contenuti che al tempo stesso sappiano far divertire tutti: consumatori ed operatori. Il modo migliore per trasferire messaggi che abbiano valenza per la vita quotidiana, soprattutto in campo enogastronomico.

Il progetto Biennale Enogastronomica è sostenuto dalla Camera di Commercio di Firenze con il patrocinio dalla Regione Toscana, dalla Città Metropolitana di Firenze e dal Comune di Firenze.

Il programma completo e tutte le informazioni su www.biennaleenogastronomica.it

Facebook: Biennale Enogastronomica