A Buon'Italia un Convegno sulla celiachia

Nell'ambito della 5° Edizione di Buon'Italia, una mostra mercato di prodotti agroalimentari tipici rivolta al pubblico e agli operatori di settore che si svolgerà presso il complesso fieristico di Marina di Carrara dal 7 all'11 luglio, si terrà – fra gli altri – un convegno dedicato al morbo celiaco e fornirà tanti consigli per affrontare il problema senza rinunciare ai piaceri del cibo.
La celiachia è una malattia ereditaria che rende chi ne è affetto irrimediabilmente intollerante al glutine, ovvero alla proteina contenuta nel grano, farro, orzo, segale, malto.
Il tema del convegno, dal titolo: "Una condizione da scoprire", verrà affrontato sabato 10 luglio, ore 19,30.
Tra i protagonisti Carlo Martini, assessore alle politiche sociali e Sanità del comune di Carrara, e Carlo Botti, presidente del comitato scientifico dell’Associazione Italiana Celiaci (AIC).
Nei soggetti geneticamente predisposti, ingerire alimenti contenenti glutine (pane, pasta, pizza, biscotti, ma anche birra) scatena risposte immunitarie abnormi: infiammazioni intestinali croniche, progressiva scomparsa dei villi intestinali che aiutano ad assorbire il cibo. Infine i sintomi veri e propri: diarrea cronica, distensione addominale, inappetenza calo di peso. L’unica dieta possibile, per i celiaci, è dunque quella rigorosamente priva di glutine.
Rinunciare alla pizza? Agli spaghetti? Ai piatti più succulenti della dieta mediterranea e della tavola italiana? Un disastro scongiurato per i poveri celiaci dai progressi dell’industria alimentare. Si trovano infatti sul mercato farine prive di glutine, appositamente preparate. Sono appunto le preziose informazioni che il presidente dell’AIC darà al convegno.
Oltre a far capire la particolare condizione di chi patisce questo tipo di intolleranza.
L’iniziativa ha un secondo obiettivo: spiegare ai celiaci che non tutto è proibito e che possono in realtà gustare moltissimi dei prodotti tipici e di qualità.
Buon’Italia 2004 ospita tra l’altro uno stand dell’Aic dove l’associazione offrirà in degustazione pizze e focacce, pasta fresca e crepes, torte artigianali, gelati e molte altre leccornie.
Negli ultimi anni, in effetti, alcune aziende leader nella ricerca alimentare hanno messo a punto farine senza glutine con cui fare pane e pasta, ma anche pizza e altri piatti che sono parte integrante e insostituibile della tradizione italiana.
Risultato: anche i celiaci oggi possono finalmente nutrirsi in modo corretto ed equilibrato, senza rinunciare ai piaceri della buona tavola.
In uno spazio apposito di Buon’Italia un gruppo di cuochi esperti terranno dimostrazioni pratiche sull’uso delle farine senza glutine terranno e offriranno in assaggio le proprie creazioni.
Gli altri appuntamenti di Buon'Italia:
– L'Enoteca: uno spazio interamente dedicato alle degustazioni di vini e distillati;
– Sala delle Conoscenze e Laboratori del Gusto in cui si tengono lezioni sulla degustazione di prodotti della cultura enogastronomica italiana;
– Ristorante Tipico: ogni sera si possono gustare piatti tipici regionali;
– Isola del Gusto: degustazioni guidate e raccontate da giornalisti e sommelliers del comparto agroalimentare;
– Dalla Nostra Terra e nella Nostra Terra: uno spazio dedicato alle produzioni tipiche e tradizionali dfel territorio della provincia di Massa Carrara, con dimostrazioni di cotture di prodotto e degustazioni guidate; visite guidate nel territorio Apuo-Lunigianese;
– Salottino degustazioni sigari Toscani: in abbinamento a vini, distillati e altri prodotti si potranno degustare i sigari toscani.

Alessandro Tibaldeschi