2° Simposio Tecnico sugli Spumanti

A Villa dei Cedri, nei giorni 11 e 12 maggio 2007, in Altamarca – Terra del Veneto, si terrà la Presentazione di ricerche e sperimentazioni su viticoltura ed enologia.
Ocm-vino alle fasi finali prima dell’approvazione: dibattito fra le direzioni del Ministero Politiche Agricole e della Commissione Europea dell’Agricoltura. Il Forum Spumanti d’Italia rappresenta e coinvolge tutte le imprese e i territori nazionali che producono vini spumanti con occasioni diverse nell’arco dell’anno: eventi per confrontarsi, per informare, per fare formazione, per creare cultura, per formare una mentalità di consumo moderna e giovane, per sfatare luoghi comuni, per fare ricerche e sperimentazione e tanto di più.
La filiera spumantistica ha bisogno che ogni “fattore di produzione” segua l’innovazione, la ricerca, la sperimentazione e che l’Università contribuisca con studi e analisi, dal viticolo al mercato.
L’obiettivo del Forum è quello di favorire la formazione di tecnici di campo (agronomi), di cantina (enologi) e di mercato ( marketing) specializzati negli “spumanti”, perché una forte e pregnante cultura formativa aiuta a diffondere la conoscenza e quindi a sviluppare il consumo.
Il 2° Simposio Tecnico sugli Spumanti è in programma venerdì 11 e sabato 12 maggio 2007 sul tema“Ricerca scientifica, sperimentazione e…per la tutela e le denominazioni d’origine degli Spumanti” con la partecipazione di docenti e ricercatori e ha avuto il patrocinio dell’Organisation Internationale de la Vigne et du Vin e del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari. Teresa de Mattheis della direzione Politiche Agricole Comunitarie del Ministero e Ersilia Moliterno della direzione generale economia e organizzazione mercati e responsabile Unità Vino e Alcool della Commissione Agricoltura della Ue illustreranno i nuovi contenuti – dopo la bocciatura del Parlamento Europeo della prima proposta – della imminente riforma Ocm-vino, concentrandosi in particolar modo sui vini spumanti.
I temi oggetto del contendere riguardano le quote di vigneti da estirpare, gli arricchimenti con lo zucchero e l’etichettatura dei vini Doc e da tavola e le relative ripercussioni sulle competenze istituzionali fra Commissione e Consiglio dei Ministri.
Il Parlamento Europeo si è espresso a favore di una forte accelerazione della tutela verso le Denominazioni geografiche di produzione nell’ambito degli accordi Gatt e Trips del Wto. Sul tavolo dei relatori si alterneranno docenti delle Facoltà di Milano ( Cattolica e Bocconi), Piacenza, Trento, Ancona, Teramo, Firenze, Verona, Padova, Udine, Torino, Asti, Brescia, Conegliano fra cui: Antonio Calò,vasco Boatto, Roberto Zironi, Claudio Riponi, Giancarlo Spezia, Vincenzo Gerbi, Andrea Curioni, Nichi Stefi, Enrico Vaudano, Andrea Rea, Bruno Fedrizzi, Diego Tomasi, Alberto Vercesi con moderatori delle sezioni Attilio Scienza, Mario Ubigli e Aureliano Amati. Partner strategico Veneto Banca , istituto finanziario che da anni sostiene il Forum Spumanti d’Italia, sponsor Italesse di Trieste che presenta un nuovo calice dedicato agli spumanti brut e Siad società specializzata nella innovazione tecnica della produzione enologica e l’ Ersaf-ente regionale per i servizi in agricoltura e foreste della Regione Lombardia.