Tre vini nella graduatoria di "Wine Spectator"

“Il prestigioso risultato delle tre “etichette” italiane inserite ai posti di vertice della Top 100 della rivista “Wine Spectator” rappresenta un successo non solo per le aziende premiate dagli esperti ma anche per l’intero settore, e conferma la qualità complessiva e la vitalità della produzione enologica nazionale”.
Lo ha dichiarato il Ministro delle Politiche agricole e forestali, Gianni Alemanno, commentando la pubblicazione della classifica annuale della rivista statunitense, considerata la “bibbia” del vino mondiale.
“Il fatto poi che altre quattordici etichette siano state inserite tra le prime cento – prosegue Alemanno – consolida la posizione di vertice raggiunta dai nostri vini e dimostra che il risultato ottenuto è anche l’effetto della strenua difesa del prodotto italiano che abbiamo attuato attraverso un’opera di certificazione e collegando bene la qualità al prezzo. Questo ha permesso che il vino italiano non restasse “imbottigliato” tra il vino francese e quello dei nuovi produttori internazionali”.
“Il livello di eccellenza dei nostri vini – conclude il Ministro – impone una tutela sempre più rigorosa del prodotto italiano che passa attraverso la registrazione dei marchi, un sistema che impedirà i tentativi di contraffazione a tutto vantaggio dei consumatori”.
Fonte: Ministero politiche agricole