Sito Internet "Casa sicura"

Il Ministero delle Attività Produttive,nella persona del
Direttore Generale per l'Armonizzazione del Mercato e la Tutela dei Consumatori, professoressa Daniela Primicerio, ha avviato una campagna di sensibilizzazione e di conoscenza dei rischi che si corrono nelle case e che causano gravi infermità e migliaia di morti ogni anno.
Allo scopo è attivo un sito Internet www.casasicura.info
Questo il testo inaugurale della Campagna che vede anche il sostegno di partner quali Ipi (Istituto promozione industriale), Italgas e Farmindustria ed il sostegno tecnico del Ministero della Salute – Direzione generale della Sanità veterinaria e degli alimenti:
"Attuare politiche per la tutela del consumatore è uno dei compiti prioritari della Direzione Generale per l'Armonizzazione del Mercato e la Tutela dei Consumatori del Ministero delle Attività Produttive.
La difesa del consumatore passa senz'altro attraverso un sistema di prevenzione e repressione di quelli che sono comportamenti originati da terzi – quali truffe, frodi e contraffazioni – e passa altresì attraverso la standardizzazione di norme di sicurezza relative alla produzione, alla commercializzazione ed all'installazione di impianti, apparecchiature ed oggetti.
Tutto questo, però, attiene al sistema della produzione e del mercato, un sistema verso il quale le Amministrazioni Pubbliche – nei loro vari gradi di competenza e di ambiti d'intervento – possono normare, sorvegliare ed intervenire. Esiste però un altro ambito di tutela del consumatore verso il quale l'Amministrazione non ha possibilità di intervento diretto: la casa.
Tra le mura domestiche l'unico dominus è il consumatore stesso: è lui con i suoi comportamenti, la sua attenzione e la sua consapevolezza del rischio che è arbitro della sua sicurezza in casa.
Un impianto – così come un apparecchio – può essere ben costruito e ben installato ma se poi è mal utilizzato diventa un fattore di rischio per la casa e per chi vi abita.
Un alimento può essere stato ben prodotto, può essere stato distribuito e commercializzato rispettando tutti i canoni della sicurezza alimentare, ma se poi in casa è mal conservato, allora l'impegno per la sicurezza dell'intera filiera agro-alimentare può essere compromesso da un comportamento distratto o inconsapevole, facendo diventare quell'alimento veicolo per tossinfezioni alimentari.
Non a caso le statistiche rilevano che la casa – nonostante il nostro sentirvisi sicuri – è un ambiente insidioso, all'interno del quale oltre 3 milioni di persone l'anno subiscono incidenti di varia natura e gravità e che proprio quello che possiamo considerare l'ambiente più "familiare", ovvero la cucina, vede il verificarsi del 58% degli incidenti domestici che riguardano le donne.
Questo scenario, pur nella sua oggettiva difficoltà d'intervento, non può vedere la Pubblica Amministrazione spettatore indifferente ed è per questo che la Direzione Generale per l'Armonizzazione del Mercato e la Tutela dei Consumatori ha inteso – attraverso la campagna Casa Sicura – portare la sua azione a tutela dei consumatori dall'intervento di prevenzione – che continua ad operare in tutti gli altri ambiti – verso un intervento di informazione.
Informazione che ci auguriamo di poter continuare a dare con la collaborazione delle altre Istituzioni, delle Associazioni e delle Aziende che vorranno affiancarci in questo compito, in quanto siamo convinti che solo attivando leve di comunicazione volte a diffondere il più possibile tra le persone la consapevolezza dei comportamenti virtuosi da adottare dentro casa, potremo sperare di difendere ognuno di noi da se stesso".

Per saperne di più:
www.casasicura.info