Più dialogo in tema di sicurezza alimentare

La Commissione europea è in procinto di creare un nuovo strumento in tema di sicurezza alimentare. Si tratta del nuovo "Gruppo consultivo per la catena alimentare e la salute animale e vegetale" composto da rappresentanti dei consumatori, dell'industria alimentare, dei dettaglianti e degli agricoltori.
Un nuovo organo dunque per favorire il dialogo tra l'Esecutivo comunitario e le organizzazioni europee interessate alle tematiche della sicurezza alimentare.
Il nuovo Gruppo si riunirà almeno due volte l'anno e sarà composto da 45 membri, delegati dalle varie associazioni del settore. Verrà consultato sulle tematiche attinenti la sicurezza alimentare, mettendo in pratica alcuni dei principi contenuti nell'ormai famoso Libro bianco sulla sicurezza alimentare che prevedeva, tra l'altro, proprio la creazione di un Gruppo consultivo per la sicurezza alimentare che riorganizzasse i già esistenti comitati consultivi.
Una nuova spinta per concretizzare la formula " dal campo alla tavola". Queste, in particolare, le materie sulle quali il Gruppo verrà consultato: sicurezza del prodotto alimentare e degli alimenti per animali; etichettatura e presentazione dei prodotti alimentari e degli alimenti per animali; nutrizione umana, in relazione con la normativa alimentare; salute animale e benessere degli animali; questioni relative alla protezione delle piante, ai prodotti fitofarmaceutici ed ai loro residui e alle condizioni di commercializzazione delle sementi e del materiale di riproduzione, compresa la biodiversità e la proprietà industriale.
Il nuovo organo di consultazione prenderà il posto di 5 organismi preesistenti (il Comitato consultivo per l'alimentazione; i gruppi permanenti sulle problematiche veterinarie, fitosanitarie, del benessere animale e dell'alimentazione animale).
La nuova struttura non va confusa con il "Comitato permanente per la catena alimentare e la salute animale", un organismo squisitamente tecnico composto da rappresentanti degli Stati membri che assistono la Commissione durante il processo legislativo.
Fonte: Agricoltura OnLine
www.agricolturaitalianaonline.gov.it