Olio: al via la nuova etichettatura

E' entrato in vigore il 17 gennaio 2008 il decreto salva olio di oliva italiano, con il quale si punta a garantire la provenienza nazionale dell’extravergine in commercio ed impedire di spacciare come Made in Italy miscugli di olio spremuto da olive spagnole, greche e tunisine, come è avvenuto fino ad ora senza alcuna informazione per i consumatori. Lo ha comunicato il rappresentante della D.G.Q. del Mipaaf, Rosario Lopa. La norma per l’indicazione di origine in etichetta consente di verificare, oltre al marchio, la reale origine delle olive impiegate e quindi anche di valorizzare l’olivicoltura nazionale, evitando tutte quelle situazioni che tolgono spazio di mercato alla produzione regionale, sfruttando l’immagine positiva di territori e di stili ineguagliabili, a vantaggio di alimenti che nulla hanno a che fare con il tessuto produttivo agricolo nostrano. Naturalmente, conclude l’esponente del Mipaaf, Lopa, i produttori di tutti gli olii etichettati, d’ora in poi, dovranno rispettare le condizioni fissate dal decreto, ovvero l'indicazione del luogo di produzione delle olive.

Comunicato stampa
Mipaaf