Nella lotta contro lo spreco alimentare, ogni azione conta! 

Ogni anno, in Europa, vengono sprecate circa 88 milioni di tonnellate di cibo, con oltre la metà da parte dalle famiglie. Cambiare il modo in cui acquistiamo, cuciniamo e organizziamo i nostri pasti può davvero fare la differenza per prevenire lo spreco di cibo, denaro e risorse.

Con l’avvicinarsi della Giornata internazionale di sensibilizzazione sulla perdita e sullo spreco alimentare il prossimo 29 settembre 2022, vogliamo sensibilizzare e fornire ai cittadini informazioni valide su come delle semplici azioni possano apportare un cambiamento positivo al problema dello spreco alimentare in Europa e nel mondo!

Lo spreco alimentare: il problema in numeri

1/3 di tutti gli alimenti 
(1,3 miliardi di tonnellate all’anno) prodotti nel mondo per il consumo da parte dell’uomo viene perso o sprecato

l’8-10% delle emissioni globali di gas a effetto serra sono associate ad alimenti che non vengono consumati

se la perdita di cibo e i rifiuti fossero un paese, sarebbero la terza più grande fonte di emissioni di gas a effetto serra

88 milioni di tonnellate di prodotti alimentari vengono gettate via ogni anno in Europa

un cittadino europeo consuma in media circa 173 kg di cibo all’anno

verdura e frutta sono i gruppi alimentari più sprecati (~50% dello spreco alimentare globale)

Otto semplici consigli per ridurre gli sprechi alimentari a casa

1 -Organizza i tuoi pasti: sia quando fai la spesa che quando cucini, pianificare adeguatamente i pasti è il metodo migliore nella lotta contro lo spreco alimentare.

2 – Impara a conservare il cibo: organizzare il frigorifero (e la dispensa) e applicare la regola del “primo ad entrare, primo ad uscire” può aiutarti a gestire il cibo che hai prima che scada.

3 – Notare le diciture “da consumarsi entro” e “da consumarsi preferibilmente entro”: non tutti gli alimenti devono essere gettati via dopo aver superato la data di scadenza. Leggendo la data sulle etichette, puoi evitare intossicazioni alimentari e ridurre gli sprechi alimentari.

4 – Usa ciò che hai: che sia per organizzare un pasto con gli avanzi o essere creativi con nuove ricette, utilizzare ciò che hai può essere un ottimo modo per provare nuove ricette ed evitare di sprecare cibo. Assicurati di utilizzare gli avanzi entro i 3 giorni successivi.

5 – Evita porzioni eccessive: spesso gettiamo via il cibo perché ne abbiamo servito troppo rispetto a quello che il nostro stomaco poteva gestire. Evita che ciò accada servendo porzioni più piccole ed eventualmente servendo un bis.

6 – Conosci le muffe: non tutti i cibi ammuffiti devono per forza essere gettati via! A seconda della tipologia, alcuni cibi possono essere salvati, mentre altri non andrebbero mangiati.

7 – Condividi il cibo con gli altri: se il cibo è ancora buono da mangiare, ma sai che non potrai consumarlo presto, condividerlo con i tuoi cari o con chi ne ha bisogno è un ottimo modo per prevenire lo spreco.

8 – Riutilizza gli scarti quando possibile: utilizzare i gambi dei broccoli, le foglie di cavolfiore o altri scarti alimentari è un ottimo modo per essere creativi in cucina, evitando anche lo spreco di cibo.

Hai mai provato un diario degli scarti alimentari?
Monitorare quanti scarti produci e capirne il motivo può aiutarti a essere più consapevole dei tuoi sprechi alimentari. Prova il nostro modello gratuito di diario degli sprechi alimentari per vedere quali alimenti sprechi, in che quantità e per quali motivi, in modo da poter apportare un cambiamento positivo ed evitare di sprecarli in futuro.

Fonte: EUFIC.org