L'Ue vuole chiarezza sul mais importato dagli USA

La Commissione europea "non esclude la possibilita' di bloccare le importazioni dagli Stati Uniti di glutine di mais" destinato soprattutto all' alimentazione degli animali.
Lo ha detto il portavoce del commissario Ue alla salute, Markus Kyprianou, sottolineando che Bruxelles potrebbe prendere tale decisione "nel caso in cui l'Ue non possa disporre in breve termine dalla multinazionale Sygenta di un metodo di analisi per identificare il mais Ogm Bt-10 non autorizzato all'import".
Philip Tod ha ricordato che ogni anno l'Ue importa 3,5 milioni di tonnellate di glutine di mais.
Bruxelles e i Venticinque attendono dalla Sygenta le risposte a quanto chiesto dalla Commissione Ue, ossia un metodo di analisi per identificare questo tipo di mais transgenico da un altro, il Bt11, il cui commercio e' invece autorizzato.
Pochi giorni fa e' stato reso noto che nell'Ue sono entrate tra il 2001 e il 2004 circa mille tonnellate del mais transgenico Bt10, nonostante tale prodotto sia proibito, sia nell'Unione europea, sia negli Usa.