L'UE in aiuto agli agrumeti italiani

Via libera della Commissione europea ad interventi supplementari a favore del settore degli agrumi in Italia. Per la Basilicata il programma dura due anni ed il costo e' stimato a 100.000 euro. Le misure prevedono il controllo del virus, la creazione di un catasto agrumicolo, seminari di informazione oltre ad un indennizzo per l'estirpazione, la distruzione delle piante e il reimpianto pari a 25 euro per pianta, con un massimale di 10.000 euro per l'insieme degli indennizzi.
Per la Campania il programma ha una durata triennale ed il costo e' di 100.000 euro. Sono previste azioni di formazione degli ispettori fitosanitari, seminari di informazione per gli agrumicoltori, un sistema di controllo della malattia e l'accantonamento del 10% dell'importo assegnato al programma per compensare parzialmente le perdite subite in caso di distruzione delle piante.
Anche in Sicilia, via libera della Commissione europea ad interventi supplementari a favore del settore degli agrumi in Italia, con una sola eccezione, l'avvio di una procedura d'indagine nei confronti di una parte del programma di lotta contro il virus della tristeza degli agrumi previsto dalla Sicilia.
La durata del programma per l'Isola, dunque, e il suo costo non sono ancora definiti.
In particolare, il programma siciliano prevede ricerche sulla malattia, il suo monitoraggio e l'informazione degli agrumicoltori.

(ANSAweb)