Lo chef Cracco denunciato dagli animalisti

Per aver cucinato carne di piccione in diretta televisiva

"Ha violato la legge che tutela la fauna selvatica", accusano. Quel volatile, dicono, è protetto e non può essere ucciso, catturato, avvelenato, né tantomeno "allevato a scopo culinario"

La legge li tutela, il noto chef Carlo Cracco invece li cucina e lo fa in diretta televisiva. E così il cuoco più famoso d'Italia è stato denunciato "per violazione della legge in materia di tutela di fauna selvatica e in particolare dei piccioni". A Master Chef infatti Cracco ha "cucinato un piatto a base di carne di piccione", come dice la denuncia, e all'Associazione difesa animali ed ambiente è scattata la segnalazione all'autorità giudiziaria.